Surrenectomia: procedimento, rischi, procedura, esiti, risultati, scopo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)

Loading...

La surrenectomia è la rimozione chirurgica di una o entrambe le ghiandole surrenali. Le ghiandole surrenali sono ghiandole endocrine accoppiate, situate  sopra ciascun rene, che producono ormoni come l’adrenalina, noradrenalina, androgeni, estrogeni, aldosterone e cortisolo.

La surrenectomia viene di solito è eseguita da un intervento chirurgico, ma alcuni chirurghi possono utilizzare la laparoscopia. Con la laparoscopia, la surrenectomia può essere realizzata attraverso quattro incisioni molto piccole.

Scopo della surrenectomia

La surrenectomia è di solito consigliata per i pazienti con tumori alle ghiandole surrenali. I tumori possono essere maligni o benigni, ma tutti tipicamente secernono quantità eccessive di uno o più ormoni. La procedura avendo successo sarà di aiuto nel correggere gli squilibri ormonali e può anche rimuovere i tumori cancerosi che invadono altre parti del corpo.

Di tanto in tanto, la surrenectomia può essere raccomandata quando gli ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali aggravano altre condizione come il cancro al seno.

Precauzioni della surrenectomia

Le ghiandole surrenali sono alimentate dal sangue tramite numerosi glubuli , perciò i chirurghi devono prestare attenzione al sanguinamento durante l’intervento chirurgico. Inoltre, le ghiandole surrenali si trovano vicine ad uno dei principali vasi sanguigni del corpo (la vena cava), la milza e vicino al pancreas. Il chirurgo ha bisogno di rimuovere la ghiandola senza danneggiare uno di questi organi importanti e delicati.

Descrizione della surrenectomia

Nella surrenectomia aperta il chirurgo può operare da una delle quattro direzioni, a seconda del problema e dal tipo di corpo del paziente. Nell’approccio anteriore, il chirurgo taglia nella parete addominale. Normalmente l’incisione sarà orizzontale, appena sotto la gabbia toracica. Se il chirurgo intende operare su una sola delle ghiandole surrenali, l’incisione verrà eseguita solo nel lato destro o sul lato sinistro della nervatura della gabbia.

Talvolta una incisione verticale al centro dell’ addome fornisce un approccio migliore, specialmente se entrambe le ghiandole surrenali sono coinvolte. Nell’ approccio posteriore, il chirurgo taglia nella schiena, appena sotto la gabbia toracica. Se entrambe le ghiandole devono essere rimosse, si pratica un’incisione su ciascun lato del corpo. Questo approccio è la via più diretta alle ghinadole surrenali , ma non prevede altrettanto una chiara visione delle strutture circostanti come l’approccio anteriore. Nell’approccio sul fianco, il chirurgo taglia sul lato il paziente. Ciò è particolarmente utile nei pazienti obesi. Se entrambe le ghiandole devono essere rimossie il chirurgo deve rimuovere una ghiandola, richiudere la ferita, girare il paziente sull’altro lato e ripetere l’intero processo.

L’ultimo approccio comporta un’incisione nella cavità toracica, con o senza l’incisione nella cavità addominale. Questo metodo viene utilizzato quando il chirurgo prevede un tumore molto grande, oppure se il chirurgo ha bisogno di esaminare o rimuovere delle strutture nelle vicinanze. La surrenectomia laparoscopica non richiede che il chirurgo apra la cavità del corpo. Invece, quattro piccole incisioni (circa 1/2 in ogni diametro) sono realizzate sul fianco del paziente, appena sotto la gabbia toracica.

Un laparoscopio, che consente al chirurgo di visualizzare l’interno della cavità addominale su un monitor televisivo, è effettuato attraverso una delle incisioni. Le incisioni sono per altro passaggi per versioni miniaturizzate degli strumenti chirurgici. Questi strumenti sono progettati per essere utilizzati dal chirurgo restando all’esterno del corpo.

Preparazione della surrenectomia

La maggior parte degli aspetti per la preparazione sono gli stessi di altre operazioni importanti, inoltre, gli squilibri ormonali sono spesso una grande sfida. Quando possibile, i medici cercheranno di correggere gli squilibri ormonali attraverso i farmaci nei giorni o settimane prima dell’intervento chirurgico.

I tumori surrenalici possono causare altri problemi come ad esempio ipertensione o un livello di potassio insufficiente nel sangue e anche questi problemi dovrebbero essere risolti, se possibile, prima dell’intervento chirurgico. Perciò, un paziente può prendere specificche medicine per giorni o settimane prima dell’intervento chirurgico. La maggior parte dei tumori surrenalici può essere ripreso molto bene con una TAC o RM e i tumori benigni tendono a risultare diversi da queste prove di quanto non facciano i tumori cancerosi.

I chirurghi possono ordinare una TAC, risonanza magnetica o la scintigrafia (visualizzazione della posizione di una piccola quantità di sostanze radioattive ) per aiutare a localizzare esattamente dove è localizzato il tumore . Il giorno prima dell’intervento chirurgico, i pazienti saranno probabilmente sottoposti all’uso del clistere per cancellare le viscere. In pazienti con problemi polmonari o problemi di coagulazione, i medici possono consultare specialisti.

Fase postoperatoria della surrenectomia

I pazienti rimangono in ospedale per varie lunghezze di tempo dopo la surrenectomia. La più lunga degenza che è necessaria si verifica dopo la chirurgia aperta con un approccio anteriore . La degenza ospedaliera di circa tre giorni è indicata per la chirurgia a cielo aperto utilizzando l’approccio posteriore o per la surrenectomia laparoscopica.

La preoccupazione dopo la surrenectomia è l’equilibrio ormonale del paziente. Ci possono essere diverse serie di test in laboratorio per definire i problemi ormonali e il monitoraggio del trattamento farmacologico. In aggiunta, problemi alla pressione del sangue e le infezioni sono più comuni dopo la rimozione di alcuni tipi di tumori surrenali.

Come nella maggior parte dei casi, i chirurghi sono anche preoccupati per l’eventuale formazione di coaguli di sangue nelle gambe che possono arrivare fino ai polmoni (tromboembolismo venoso), problemi intestinali e dolori postoperatori. Con la surrenectomia laparoscopica , questi problemi sono meno probabili, ma sono ancora presenti.

Rischi della surrenectomia

I rischi speciali della surrenectomia coinvolgono grandi squilibri ormonali, causati dalla malattia di base, la chirurgia o entrambi. Queste possono includere problemi con la guarigione della ferita stessa, sbalzi di pressione ed altri problemi metabolici. Altri rischi sono tipici di molte operazioni. Questi comprendono:

  •  emorragia
  •  danni agli organi adiacenti (milza, pancreas)
  •  la perdita della funzione intestinale
  •  coaguli di sangue nei polmoni
  •  problemi polmonari
  •  infezioni chirurgiche
  •  dolore
  •  estese cicatrici

Risorse

LIBRI
Sippel, Rebecca S. ‘‘Endocrine Surgery’’ In Chen, Herbert. Illustrative Handbook of General Surgery. New York: Primavera 2010.