Dissezione aortica (dissecazione aortica): sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

La dissezione aortica è una rara, ma potenzialmente fatale, condizione in cui il sangue passa attraverso gli strati dell’aorta. La dissezione dell’aorta di solito non scoppia, ma ha un anormale secondo canale all’interno di essa.

Definizione della dissezione aortica (dissecazione aortica)

L’aorta è la principale arteria del corpo ed è una zona di alta pressione sanguigna. Quando si sviluppa un difetto, la pressione sanguigna può forzare lo strappo per aprire e permettere al sangue di passare attraverso di esso. Poiché il sangue è sotto pressione, si divide (dissezione) lo strato intermedio del vaso sanguigno, creando un nuovo canale per il sangue.

La lunghezza del canale cresce nel tempo e può provocare la chiusura dei punti di collegamento di altre arterie. Questo può portare ad un attacco di cuore, ictus, dolore addominale e danni ai nervi. Il sangue può fuoriuscire dalla dissezione e raccogliersi nel petto intorno al cuore. Un secondo meccanismo che porta alla dissezione aortica è l’emorragia mediale.

Una emorragia mediale si verifica quando lo strato centrale del vaso sanguigno è soggetto a sversamenti attraverso il rivestimento interno della parete dell’aorta. Questa apertura poi permette al sangue dell’aorta di entrare nella parete del vaso e iniziare così, una dissezione. Circa 2.000 casi di dissezione aortica si verificano ogni anno negli Stati Uniti.

Sintomi della dissezione aortica (dissecazione aortica)

Il sintomo principale è l’improvviso dolore intenso. Il dolore può essere così intenso da immobilizzare il paziente e farlo cadere a terra. Il dolore è spesso sentito sia nel torace che alla schiena, tra le scapole. L’ entità del dolore è proporzionale alla lunghezza della dissezione.

Cause della dissezione aortica (dissecazione aortica)

La dissezione aortica è causata da un deterioramento del rivestimento interno dell’aorta. Ci sono un certo numero di condizioni che predispongono una persona a sviluppare difetti del rivestimento interno, tra cui l’ipertensione, la malattia di Marfan, la sindrome di Ehlers-Danlos, malattie del tessuto connettivo e difetti di sviluppo del cuore che iniziano durante lo sviluppo fetale.

Una dissezione può verificarsi anche accidentalmente dopo l’inserimento di un catetere, traumi o interventi chirurgici.

Diagnosi della dissezione aortica (dissecazione aortica)

Il dolore provato dal paziente è il primo sintomo della dissezione aortica ed è unico. Il dolore è di solito descritto dal paziente come “strappo o taglio”. Ciò è in contrasto con il dolore associato con gli attacchi di cuore. Un mormorio può essere accusato se la dissezione è vicino al cuore.

L’aorta allargata di solito viene vista nel petto tramite i raggi x e gli esami ecografici della maggior parte dei pazienti. L’uso di un colorante posto nel sangue per le angiografie e / o TAC (calcolato tomografia) sarà di aiuto nella diagnosi per la visualizzazione della dissezione.

Terapia e cura della dissezione aortica (dissecazione aortica)

A causa della natura potenzialmente fatale della dissezione aortica, i pazienti sono trattati immediatamente.

I farmaci sono somministrati per ridurre la pressione sanguigna e quella del cuore . Se la dissezione è piccola, la terapia farmacologica da sola può essere utilizzata. In altri casi, l’intervento chirurgico viene eseguito.

In chirurgia, la sezione danneggiata dell’aorta viene rimossa e una protesi sintetica viene spesso utilizzata per ricostruire il tratto danneggiato.

Prognosi della dissezione aortica (dissecazione aortica)

A seconda della natura e l’estensione della dissezione, la morte può verificarsi entro poche ore dall’inizio di una dissezione. Circa il 75% delle persone non trattate muore entro due settimane dall’inizio di una dissezione.

I pazienti sono di solito trattamenti a lungo termine con farmaci per ridurre la pressione sanguigna, anche se hanno subito un intervento chirurgico.

Risorse

BOOKS
Fuster, Valentin, et al. Hurst’s the Heart. 12th ed. New York:
Mc–Graw Hill Professional, 2007.