Malattia causata dai graffi dei gatti (bartonellosi, bartonella henselae): sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

La malattia causata dai graffi dei gatti è una rara infezione che risulta in genere essere causata dal morso o graffio di animali domestici quali i gatti. La maggior parte delle persone colpite sperimenta solo disagio moderato e i sintomi scompaiono senza alcun danno prolungato dopo poche settimane. Il trattamento medico professionale è raramente necessario.

Descrizione della bartonellosi, malattia causata dai graffi dei gatti

Questa malattia (chiamata anche febbre da graffio di gatto) è causata dal batterio Bartonella henselae, che si trova nei gatti di tutto il mondo e viene trasmesso da gatto a gatto attraverso le pulci. I ricercatori hanno scoperto che un gran numero di gatti porta con se gli anticorpi per la malattia (il che significa che i gatti sono stati infettati ad un certo punto della loro vita). Il Bartonella henselae è raro o assente in climi freddi, dove cioè le pulci hanno difficoltà a sopravvivere, ma prediligono luoghi caldi, in cui gli anticorpi sono stati trovati nel 71% dei gatti testati.

Il batterio, che rimane nel sangue del gatto per diversi mesi dopo l’infezione, sembra essere innocuo per la maggior parte dei gatti e normalmente non verrà visualizzato alcun sintomo. Il Bartonella henselae può infettare le persone che sono state graffiate,(più raramente) morse o leccate da un gatto. Non può essere trasmesso da persona a persona. Sebbene i gatti sono animali domestici, l’infezione umana sembra essere rara. Uno studio ha stimato che per ogni 100.000 americani ci sono solo 2,5 casi di malattia da graffio di gatto ogni anno (2.5/100, 000).

I bambini e adolescenti sembrano essere le vittime più probabili di questa malattia , anche se esiste la possibilità che la malattia possa essere, oggi, più comune tra gli adulti.

Sintomi della bartonellosi, malattia causata dai graffi dei gatti

Il primo segno della malattia del graffio di un gatto può essere la comparsa di una piccola bolla sul sito del graffio o del morso dopo tre giorni dopo la lesione.

La bolla (che a volte contiene pus) appare spesso come una puntura d’insetto e di solito si trova sulle mani, sulle braccia o sulla testa. Entro due settimane dalla comparsa della bolla, i linfonodi vicini diventano gonfi. Spesso la persona infetta sviluppa una febbre, stanchezza o mal di testa. I sintomi di solito scompaiono entro un mese, anche se i linfonodi possono rimane gonfio per diversi mesi.

L’epatite, polmonite e altre complicanze pericolose possono sorgere, ma la probabilità che questa infezione sia una grave minaccia per la salute è molto piccola. Chi è affetto da AIDS ha un maggior rischio di complicanze pericolose. Di tanto in tanto, i sintomi della malattia da graffio di gatto assumono la forma di quella che viene chiamata sindrome di Parinaud o sindrome oculoghiandolare. In questi casi, si ha congiuntivite e gonfiore dei linfonodi di fronte all’orecchio. I ricercatori sospettano che il primo passo dello sviluppo di questa sindrome si verifihia quando il batterio Bartonella henselae passa dala saliva del gatto al pelo durante la sua pulizia. Strofinare gli occhi, dopo che si tocca il gatto quindi, può essere la causa della trasmissione dei batteri alla congiuntiva.

Diagnosi della bartonellosi, malattia causata dai graffi dei gatti

Un medico di famiglia dovrebbe essere chiamato ogni volta che un graffio o morso non riesce a guarire normalmente e fa seguito una febbre persistente o altri sintomi insoliti come dolori osseo o dolori articolari. L’aspetto dei linfonodi dolorosi e gonfi è un altro motivo per consultare un medico. Quando un’infezione è sospetta, il medico si informerà sulla storia dell’esposizione ai gatti e cercare le prove di un graffio o di un morso e il gonfiore dei linfonodi. Un esame del sangue per il Bartonella henselae può essere richiesto per confermare la diagnosi medica.

Terapia e cura della bartonellosi, malattia causata dai graffi dei gatti

Per le persone altrimenti sane, il riposo e l’uso di farmaci per ridurre la febbre e il disagio (come il paracetamolo) in attesa che la malattia faccia il suo corso sono di solito necessari. Gli antibiotici sono prescritti in alcuni casi, in particolare quando appaiono complicanze o quando i linfonodi rimangono gonfi e dolorosi per più di due o tre mesi. Se un linfonodo diventa molto gonfio e dolorante, il medico di famiglia può decidere di svuotarlo.

Prognosi della bartonellosi, malattia causata dai graffi dei gatti

La maggior parte delle persone guariscono completamente da questa malattia.

Prevenzione della bartonellosi, malattia causata dai graffi dei gatti

I graffi e i morsi devono essere immediatamente lavati con acqua e sapone e non si devono mai strofinare gli occhi dopo il contatto con il gatto senza essersi prima, lavati le mani. I bambini non dovrebbero giocare con i gatti randagi o fare arrabbiare i gatti toccandogli la coda. Le persone immunocompromesse dovrebbero evitare di possedere gattini. Poiché il graffio del gatto non è di solito una malattia pericolosa per la vita e le persone tendono a formare forti legami emotivi con i loro gatti, i medici non consigliano di sbarazzarsi dei gatti sospettati di contenere la malattia.

Risorse

PERIODICI
Smith, David L. ‘‘Cat-Scratch Disease and Related Clinical Syndromes.’’ American Family Physician April 1997.