Amiotrofia

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

L’amiotrofia è la riduzione del volume di un muscolo striato causata dalla diminuzione del numero delle fibre contrattili che lo costituiscono.

Cause della amiotrofia

L’amiotrofia è generalmente dovuta a una lesione delle fibre muscolari (amiotrofia miogena), a una lesione del sistema nervoso (amiotrofia neurogena) o a un’immobilizzazione prolungata.

Tipi di amiotrofie

L’amiotrofia miogena, che interessa sostanzialmente la radice degli arti, costituisce uno dei principali sintomi clinici delle miopatie (malattie a carico dei muscoli). La prognosi e il trattamento sono gli stessi della malattia in causa.

L’amiotrofia neurogena è, nella quasi totalità dei casi, conseguenza di una lesione del nervo motore che comanda il muscolo colpito, ed è confermata dall’elettrodiagnosi. La lesione può interessare il corno anteriore del midollo spinale, come in caso di poliomielite anteriore acuta, sclerosi laterale amiotrofica o amiotrofia spinale progressiva, oppure la radice anteriore del nervo motore.

Eccezionalmente, l’amiotrofia neurogena può essere dovuta a danni a carico del sistema nervoso centrale. Interessa specialmente le estremità ed è associata a crampi, contrazioni muscolari e a un calo dei riflessi.

Diagnosi dell’amiotrofia

L’amiotrofia si riconosce all’esame clinico per la scomparsa dei rilievi muscolari e può essere valutata obiettivamente con la misurazione delle masse muscolari degli arti. Un elettromiogramma conferma la diagnosi.