Concepimento, come avviene il concepimento

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)

Loading...Loading...

CONCEPIMENTO
Processo di unione fra un gamete femminile (uovo) ed un gamete maschile (spermatozoo) che porta alla fusione dei corredi cromosomici di queste due cellue e quindi alla comparsa di una cellula da cui nascerà un nuovo essere vivente.
Fecondazione dell’ovulo, gamete femminile, a opera dello spermatozoo, gamete maschile. Il concepimento di norma ha luogo nel terzo esterno della tuba di Falloppio, in media da 12 a 48 ore dopo un rapporto sessuale. Una volta che uno spermatozoo è stato accolto nell’ovulo, nessun altro vi si può più insediare, in quanto la membrana esterna diventa impenetrabile. L’uovo (chiamato zigote), nato dalla fusione dei nuclei dell’ovulo e dello spermatozoo, risale lungo la tuba dividendosi, prima di impiantarsi nella mucosa uterina.

COME AVVIENE IL CONCEPIMENTO
Il concepimento nella specie umana avviene nel terzo esterno della tuba, che l’uovo sta percorrendo per raggiungere l’utero nel periodo intermedio del ciclo mestruale (in teoria al 14º giorno a partire dall’inizio della precedente mestruazione). Nella prima metà di ogni ciclo mestruale, in una delle due ovaie si sviluppa una cellula uovo; quando giunge la maturazione, la piccola cavità piena di liquido in cui era contenuta si rompe, e la cellula viene espulsa nella cavità addominale, per poi essere captata dalla tuba uterina del suo lato. Giunta nella tuba la cellula uovo, rivestita dalla spessa membrana pellucida, inizia a scendere verso la cavità dell’utero. In questo periodo un rapporto sessuale può portare al concepimento: gli spermatozoi vengono deposti, con l’eiaculazione, nella parte alta della vagina, vicino al collo dell’utero, in numero straordinariamente elevato, alcune centinaia di milioni; ma l’ambiente acido della vagina è letale per la maggior parte di essi. I pochi spermatozoi che sopravvivono vengono attratti verso l’interno dell’utero, e vi si dirigono, muovendo vigorosamente la coda di cui sono dotati. Nel periodo dell’ovulazione, il muco che riempie il canale cervicale, che percorre il collo dell’utero e fa da ingresso alla cavità uterina, diventa permeabile agli spermatozoi, ed assume un caratteristico aspetto trasparente e una consistenza filante, per cui è stato definito muco a chiara d’uovo. Superato anche questo ostacolo, gli spermatozoi percorrono la cavità uterina e raggiungono l’imbocco delle tube, in cui si infilano. Quindi solo metà degli spermatozoi penetrati nell’utero raggiunge la tuba in cui sta scendendo la cellula uovo. Una volta raggiunta la cellula, gli spermatozoi devono superare un ultimo ostacolo, la membrana pellucida della cellula uovo: a questo scopo la colpiscono ripetutamente con gli enzimi contenuti nella loro testa. Dopo numerosi attacchi, uno degli spermatozoi riesce a penetrare nella cellula uovo; perde la coda e il suo nucleo si dirige verso il nucleo della cellula uovo, fondendosi con esso: questo è l’attimo della fecondazione. Nel preciso istante in cui il primo spermatozoo riesce ad entrare nella cellula, la membrana di quest’ultima si modifica, in modo da impedire l’ingresso agli altri spermatozoi. Infatti una seconda fecondazione della cellula uovo provocherebbe la morte della cellula portatrice di un nucleo anomalo. L’uovo fecondato migra poi verso la cavità uterina, iniziando i processi di suddivisione che porteranno dallo zigote alla costituzione di un nuovo essere umano. Giunto nell’utero, se trova un ambiente adatto (preparato dalle opportune influenze ormonali) si insedia a livello endometriale, impiantandosi ed iniziando in tal modo il periodo della gravidanza.