Polipi nasali: sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...Loading...

Quando la membrana mucosa che riveste le cavità nasali diventa tumefatta, può creare delle protuberanze note come polipi nasali. I polipi talvolta sono come piccoli grappoli perlacei e possono essere singoli o in gruppi. Anche se non sono pericolosi, spesso ostruiscono le cavità nasali rendendo difficile la respirazione e disturbano talvolta il senso dell’olfatto. Se i polipi bloccano l’apertura tra la cavità nasale e uno dei seni paranasali, può comparire mal di testa.

Poliposi nasale

Malattia caratterizzata dalla presenza di polipi multipli sulla mucosa che ricopre le cavità delle fosse e dei seni nasali. La poliposi nasale indica la tendenza cronica a sviluppare polipi in determinate cavità, talvolta nel corso di diversi anni. La causa della malattia è sconosciuta. I segni sono sensazione di ostruzione nasale bilaterale permanente, gocciolamento dalle fosse nasali, dolore al viso e perdita dell’olfatto.

La malattia di Widal è una forma particolare nella quale la poliposi è associata ad asma e all’intolleranza all’acido acetilsalicilico, la cui assunzione scatena una crisi di asma.

Si basa sull’assunzione di corticosteroidi per via orale per alcuni giorni e, soprattutto, sull’applicazione prolungata di corticosteroidi locali. In caso di resistenza al trattamento medico, si ricorre all’etmoidectomia (ablazione chirurgica della parete ossea dell’etmoide, quindi dei polipi).

Sintomi dei polipi nasali

Ostacolo cronico nel naso. Difficoltà a respirare attraverso il naso. Difficoltà a sentire gli odori. Cefalea. Sanguinamento dal naso.

Rivolgetevi al medico se…

Sospettate di avere polipi nasali. Potete vederli guardandovi in uno specchio mentre illuminate dal basso le narici; i polipi assomigliano a noduli di colore grigio perla. Avete il naso chiuso da più di 2 settimane; può essere il segno di un’allergia o di un’infezione dei seni (vedi alla voce Sinusite), che può richiedere cure mediche specifiche. Avete febbre in corso di naso chiuso; questi segni possono indicare un’infezione che deve essere trattata. Dal naso cola muco denso e colorato; questo indica un’infezione nasale che deve essere trattata.

Cause dei polipi nasali

I polipi nasali sono causati dalla produzione di una quantità eccessiva di fluidi nelle mucose che rivestono le membrane del naso. I soggetti con allergie croniche e infezioni dei seni hanno un rischio più alto di svilupparli. Anche i bambini con fibrosi cistica hanno una particolare tendenza a sviluppare polipi nasali. L’uso eccessivo di acido acetilsalicilico e di altri farmaci a base di salicilati, inoltre, può causare i polipi nei soggetti suscettibili.

Diagnosi dei polipi nasali

Se si sospetta la presenza di polipi, il medico esaminerà l’interno del naso con uno strumento speciale chiamato speculum nasale. Se i polipi vengono diagnosticati ad un bambino, sono necessari ulteriori test per escludere la fibrosi cistica.

Terapia e cura dei polipi nasali

Il metodo migliore per eliminarli completamente è asportare i polipi con un intervento chirurgico.
Spesso i polipi recidivano e quindi è importante per la prevenzione controllare le allergie croniche e le infezioni dei seni che sono alla base della loro formazione.

Medicina convenzionale

Per ridurre temporaneamente le dimensioni dei polipi, è possibile trattarli con corticosteroidi sia iniettati direttamente nel polipo sia sottoforma di spray nasale. Saranno prescritti farmaci per trattare la causa sottostante: un antistaminico per le allergie o un antibiotico per le infezioni dei seni.
Se la presenza dei polipi dà luogo a disturbi gravi o a problemi respiratori, il medico consiglierà la rimozione chirurgica. L’intervento è considerato di chirurgia minore e viene eseguito in anestesia locale.

Si usa un sottile filo di ferro per tagliare i polipi. Se i polipi recidivano, può essere necessario ripetere l’intervento chirurgico. Nei casi persistenti, la mucosa dei seni dove crescono i polipi può essere rimossa completamente. Questo intervento richiede l’anestesia generale.

Scelte alternative

Molti trattamenti alternativi aiutano a controllare le cause dei polipi: allergie ed infezioni che rendono la membrana nasale tumefatta per l’eccesso di secrezioni mucose.

Aromaterapia

L’olio dell’albero del tè (Melaleuca spp.), l’eucalipto (Eucalyptus globulus) e la menta piperita (Mentha piperita) possono essere suggeriti per liberare il naso chiuso. Aggiungete 2 gocce di questi aromi al bagno caldo e restateci a mollo per 15 minuti. Quando serve è possibile mettere una goccia di questi su un tessuto e inspirare profondamente.

Omeopatia

Trattamenti scelti in modo appropriato riducono sia il disagio che i problemi causati dai polipi. Consultate un omepata per le prescrizioni che includeranno i seguenti rimedi: se i polipi sono accompagnati da perdita dell’olfatto, tumefazione a livello del ponte del naso, muco giallastro: Calcarea carbonica; se i polipi sanguinano spesso: Phosphorus; se il muco cola nel retrofaringe verso la gola e vi sentite particolarmente deboli con i brividi: Psorinum o Thuja; se i polipi sono accompagnati da starnuti e sensazione di formicolio nel naso e il muco forma grossi pezzi secchi: Teucrium. Il trattamento può essere abbastanza lungo, anche più di sei mesi, e occorrono numerose visite di controllo.

Rimedi domestici

Per decongestionare il naso chiuso ed evitare la tumefazione delle mucose nasali e quindi la formazione dei polipi, provate a fare bagni e docce calde. Provate le inalazioni di vapore: fate scorrere acqua molto calda in un lavandino finché si forma molto vapore. Mentre l’acqua scorre, mettetevi sopra il lavandino, coprite la testa con una salvietta e respirate profondamente con la bocca e con il naso per 510 minuti.

Ripetete molte volte al giorno. Un altro decongestionante può essere preparato come spray nasale con soluzione salina fatta in casa: miscelate un cucchiaino di sale da tavola con un cucchiaino di bicarbonato di sodio in un quarto di acqua bollita e lasciate raffreddare. Riempite uno spray acquistato in una farmacia con la soluzione ed utilizzatelo al bisogno.

Prevenzione dei polipi nasali

In caso di allergie, limitate le esposizioni alla sostanza allergizzante ed assumete antistaminici ai primi sintomi della reazione allergica. Evitate l’acido acetilsalicilico che può indurre la formazione di polipi nasali. Bevete grandi quantità di liquidi per mantenere le membrane nasali umide e sane. Evitate la birra, il vino e gli aperitivi che contengono tiramina e tannino, elementi che inducono la tumefazione delle mucose nasali.

Seguite attentamente le istruzioni quando usate gocce o spray nasali da banco per liberare il naso chiuso. L’uso eccessivo di questi prodotti può stimolare le mucose nasali a produrre maggior quantità di fluidi, peggiorando la congestione rispetto a prima dell’uso. Non usate mai questi prodotti con una frequenza o per un tempo maggiore rispetto a quanto consigliato dal foglietto illustrativo.