Diabete di tipo 2

Diabete di tipo 2: sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

Il diabete di tipo 2 si verifica soprattutto nelle persone di età superiore ai 40 anni. Il trattamento primario riguarda la dieta, il controllo del peso e l’attività fisica. Se il livello dello zucchero nel sangue (glucosio) rimane alto nonostante queste misure, le compresse saranno necessarie per ridurre il livello di glucosio nel sangue. Le iniezioni di insulina sono necessarie in alcuni casi. Altri trattamenti includono la riduzione della pressione sanguigna se è alta, abbassare i livelli elevati di colesterolo ed altre misure per ridurre il rischio di contrarre complicanze.

Il diabete mellito (chiamato semplicemente diabete), si verifica quando il livello del glucosio nel sangue diventa superiore al normale. Ci sono due tipi principali di diabete: diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2.

Con il diabete di tipo 2, la malattia e i sintomi tendono a svilupparsi gradualmente (nel corso di settimane o mesi). Questo perché il vostro corpo è ancora in grado di produrre l’insulina (a differenza di quando avete il diabete di tipo 1). Tuttavia, sviluppate il diabete, perché:

  • Non producete abbastanza insulina per le esigenze del vostro corpo;
  • Le cellule del vostro corpo non utilizzano correttamente l’insulina. Questo è chiamato insulino-resistenza. Le cellule del vostro corpo diventano resistenti ai livelli normali di insulina. Questo significa che avete bisogno di più insulina, per mantenere il glucosio a livello basso;
  • Una combinazione di questi due casi.

Il diabete di tipo 2 è molto più comune del diabete di tipo 1.

Nel diabete di tipo 1, le cellule beta del pancreas smettono di produrre l’insulina. La malattia e i sintomi si sviluppano rapidamente (nell’arco di giorni o settimane) perché il livello di insulina nel sangue diventa molto basso. Il diabete di tipo 1 è conosciuto come diabete giovanile, ad esordio precoce o insulino-dipendente. Di solito si sviluppa prima nei bambini o nei giovani adulti. Il diabete di tipo 1 viene trattato con iniezioni di insulina e con una dieta particolare.

Dopo aver mangiato, i vari alimenti vengono suddivisi nel vostro intestino in zuccheri. Lo zucchero principale si chiama glucosio che passa attraverso la parete intestinale con il flusso sanguigno. Tuttavia, per rimanere in buona salute, il livello di glucosio nel sangue non dovrebbe nè troppo alto e nè troppo basso.

Così, quando il livello di glucosio nel sangue inizia a salire (dopo aver mangiato), il livello di un ormone chiamato insulina dovrebbe anche aumentare. L’insulina agisce sulle cellule del vostro corpo permettendole di prelevare il glucosio dal sangue. Una parte del glucosio è utilizzata dalle cellule per ricavare energia, mentre un’altra parte è convertita in glicogeno o grasso. Quando il livello di glucosio nel sangue comincia a scendere (tra i pasti), il livello di insulina diminuisce. Il glicogeno o il grasso vengono poi convertiti in glucosio, i quali sono rilasciati dalle cellule nel flusso sanguigno.

L’insulina è un ormone che è prodotto dalle cellule chiamate cellule beta. Queste gruppi di cellule situate all’interno del pancreas. Gli ormoni sono sostanze chimiche che vengono rilasciate nel flusso sanguigno e agiscono su varie parti del corpo.

Il diabete di tipo 2 è conosciuto come diabete non insulino-dipendente. Si sviluppa principalmente nelle persone di età superiore ai 40 anni (ma può verificarsi anche nelle persone più giovani). Il diabete di tipo 2 sta diventando più comune nei bambini e nei giovani.

Il numero di persone con il diabete di tipo 2 è in aumento, in quanto è più comune nelle persone che sono in sovrappeso o obese. Inoltre tende ad essere ereditabile in famiglie. E’ circa cinque volte più comune nelle persone del sud dell’Asia e dell’Africa-Caraibica.

Altri fattori di rischio per il diabete di tipo 2 comprendono:

  • Avere un parente di primo grado con il diabete di tipo 2. (Un parente di primo grado è un genitore, fratello, sorella o figlio.)
  • Essere in sovrappeso o obesi.
  • Avere una circonferenza addominale che misura più di 80 cm, se siete una donna o di più di 94 cm, se siete un uomo.
  • Avere un’alterata tolleranza al glucosio. (Ridotta tolleranza al glucosio significa che è più alto del normale ma, non abbastanza alto per causarvi il diabete.)
  • Avere il diabete o una ridotta tolleranza al glucosio quando siete incinta.

Come già accennato, i sintomi del diabete di tipo 2 spesso insorgono gradualmente e possono essere abbastanza vaghi all’inizio. Molte persone hanno il diabete per un lungo periodo di tempo prima di apprendere la loro diagnosi.

I quattro sintomi comuni sono:

  • Essere molto assetati per lunghi periodi di tempo
  • Espellere grandi quantità di urina
  • Stanchezza
  • Perdita di peso

Il motivo per cui si produce molta urina e siete assetati, è perché avete perdite di glucosio nelle urine, le quali espellono l’acqua in eccesso attraverso i reni.

Poiché i sintomi possono svilupparsi gradualmente, potreste diventare abituati ad essere assetati e stanchi e quindi potrete non riconoscere che siete malati. Alcune persone sviluppano infezioni o  problemi alla vista frequentemente. Tuttavia, alcune persone con il diabete di tipo 2 non hanno alcun sintomo se il  livello di glucosio nel sangue non è troppo alto. Ma, anche se non avete sintomi, dovreste comunque ricevere un trattamento per ridurre il rischio di sviluppare delle complicanze.

Un test che analizza le vostre urine può rilevare il livello di glucosio presente. Tuttavia, questo non è sufficiente per diagnosticare il diabete definitivamente. Pertanto, un esame del sangue sarà necessario per fare la diagnosi. Il test del sangue rileva il livello di glucosio nel sangue. Se è troppo alto, allora si potrà confermare la diagnosi del diabete. Ad alcune persone verranno prelevati due campioni di sangue.

Il test del sangue per HbA1c, può essere utilizzato anche come test per diagnosticare il diabete. Un valore di HbA1c di 48 mmol / mol (6,5%) o superiore, può confermare la diagnosi del diabete.

In molti casi il diabete viene diagnosticato durante una visita medica di routine o quando i test sono fatti per un altra condizione medica indipendente.

Complicanze a breve termine; un elevato livello di glucosio nel sangue

Queste complicanze non sono comuni con il diabete di tipo 2. Esse sono comuni nel diabete di tipo 1 non trattato, quando può svilupparsi un livello molto elevato di glucosio. Tuttavia, un livello molto elevato di glucosio si sviluppa in alcune persone con il diabete di tipo 2 non trattato. Un altissimo livello di glucosio nel sangue può causare la mancanza di liquidi nel corpo (disidratazione), sonnolenza e malattie gravi che possono essere pericolose per la vita.

Complicanze a lungo termine

Se il vostro livello di glucosio nel sangue è superiore al normale per un lungo periodo di tempo, può gradualmente danneggiare i vasi sanguigni. Questo può accadere anche se il livello del glucosio non è molto alto oltre il normale. Questo potrebbe portare ad alcune delle seguenti complicanze:

  • Indurimento delle arterie (ateromi). Ciò può causare problemi come angina, attacchi cardiaci, ictus, problemi di circolazione.
  • Danno renale che talvolta si sviluppa in insufficienza renale.
  • Problemi agli occhi, che possono alterare la vista (a causa di danni alle piccole arterie della retina nella parte posteriore dell’occhio).
  • Danni ai nervi.
  • Problemi ai piedi (a causa della cattiva circolazione e dei danni ai nervi).
  • Impotenza (ancora una volta a causa della cattiva circolazione e dei danni ai nervi).
  • Altri problemi di salute.

Il tipo e la gravità delle complicazioni a lungo termine varia da caso a caso. In generale, quanto più il vostro livello di glucosio nel sangue è normale, minore sarà il rischio di sviluppare complicazioni. Il rischio di sviluppare complicanze si riduce anche se avete a che fare con tutti gli altri fattori di rischio correlati con questa condizione, come la pressione alta.

Complicazioni derivanti dal trattamento per il diabete

L’ipoglicemia, si verifica quando il livello di glucosio è troppo basso, di solito sotto i 4 mmol / L. Le persone con diabete che assumono insulina e/o alcune compresse per il diabete, sono a rischio di avere una crisi ipoglicemica. Una crisi ipoglicemica si può verificare se assumete troppi farmaci per il diabete, se avete ritardato o saltato un pasto o uno spuntino o se cambiate la vostra attività fisica, così come è stata pianificata.

I sintomi dell’ipoglicemia comprendono: tremore, sudorazione, ansia, visione offuscata, formicolio alle labbra, pallore, cambiamento di umore, vaghezza o confusione. Per trattare l’ipoglicemia si dovrebbe prendere una bevanda zuccherata o mangiare alimenti che contengono zuccheri.

Nota: l’ipoglicemia non può verificarsi se siete in trattamento con la sola dieta.

Sebbene il diabete non può essere curato, può essere trattato con successo. Se l’alto livello di glucosio viene portato alla normalità, i sintomi si allevieranno e vi sentirete di nuovo in salute. Ci saranno possibilità che qualche complicanze a lungo termine si verifichi, se il livello del glucosio nel sangue rimane ancora alto, anche se non si hanno sintomi a breve termine. Tuttavia, alcuni studi hanno dimostrato che le persone che hanno un migliore controllo del glucosio, hanno meno complicazioni (come le malattie cardiache o problemi agli occhi), rispetto a quelle persone che hanno uno scarso controllo del loro livello di glucosio.

Pertanto, i principali obiettivi del trattamento sono:

  • Mantenere il livello di glucosio nel sangue il più vicino possibile al normale.
  • Ridurre altri fattori di rischio che possono aumentare il rischio di sviluppare complicazioni. In particolare, abbassare la pressione sanguigna se è alta e mantenere basso il livello dei lipidi nel sangue.
  • Rilevare eventuali complicazioni il più presto possibile. Il trattamento può prevenire o ritardare alcune complicazioni dal peggioramento.

 

Come viene monitorato lo zucchero (glucosio) nel sangue?

L’esame del sangue che viene utilizzato principalmente per mantenere un controllo del livello di glucosio nel sangue è chiamato il test di HbA1c . Questo test viene effettuato ogni 2-6 mesi.

Il test HbA1c misura una parte dei globuli rossi. Questo esame dà una buona indicazione del livello medio di glucosio nel sangue nel corso degli ultimi 1-3 mesi.

La terapia mira ad abbassare la HbA1c al di sotto di un livello prestabilito. Idealmente, è meglio mantenere HbA1c inferiore a 48 mmol / mol (6,5%). Tuttavia, questo può non essere sempre possibile. Se il vostro HbA1c è al di sopra del livello prefissato, allora dovrete intensificare il trattamento (ad esempio, aumentare la dose del farmaco) per abbassare il livello di glucosio nel sangue.

Alcune persone con diabete, controllano il loro effettivo livello di glucosio nel sangue regolarmente con esami del sangue.

Stile di vita, la dieta, controllo del peso e l’attività fisica

Cambia stile di vita è una parte essenziale del trattamento per tutte le persone con il diabete di tipo 2, indipendentemente dal fatto prendiate i farmaci.

Di solito è possibile ridurre il livello di glucosio nel sangue e la HbA1c se:

  • Mangiare una dieta sana ed equilibrata . Il dietista vi darà i dettagli su una dieta sana. L’idea che avete bisogno di alimenti speciali se avete il diabete è solamente un mito. Gli alimenti per diabetici aumentano i livelli di glucosio nel sangue, essi contengono solo più grasso e calorie. In sostanza, si dovrebbe cercare di mangiare una dieta a basso contenuto di grassi, sale e zuccheri ma ricca di fibre e con abbondanza di frutta e verdura.
  • Perdere peso se siete in sovrappeso . Ottenere un peso ideale è salutare per molte persone. Tuttavia, perdere peso se siete obesi o in sovrappeso contribuirà a ridurre il livello di glucosio nel sangue (e vi farà avere altri benefici per la salute).
  • Fare attività fisica regolarmente. Sono consigliati un minimo di 30 minuti di camminata veloce almeno cinque volte a settimana. Ad esempio, nuoto, ciclismo, jogging, danza sono le attività ideali.

Farmaci

Ci sono vari farmaci che possono ridurre il livello di glucosio nel sangue. E ‘abbastanza comune avere bisogno di una combinazione di farmaci per il controllo del livello di glucosio nel sangue. Alcuni farmaci agiscono aiutando l’insulina a lavorare meglio sulle cellule del corpo. Altri lavorano aumentando la quantità di insulina prodotta dal pancreas. Un altro tipo di farmaco agisce rallentando l’assorbimento del glucosio a livello intestinale. Esiste anche un tipo di farmaco che sopprime un ormone chiamato glucagone, che viene rilasciato nel flusso sanguigno dal pancreas il quale agisce sull’insulina, facendola  smettere di funzionare.

Si hanno meno probabilità di sviluppare complicanze del diabete, se si riducono eventuali altri fattori di rischio. Questi sono brevemente menzionati qui di seguito.

Mantenere una bassa pressione del sangue

E’ molto importante tenere sotto controllo la pressione sanguigna. La combinazione di pressione alta e diabete è un fattore particolarmente alto per il rischio di avere complicanze. La pressione sanguigna anche se lievemente alta, deve essere trattata se avete il diabete. I farmaci, possono essere necessari per mantenere la pressione del sangue, bassa.

Se fumate, è il momento di smettere

Il fumo è un fattore che aumenta il rischio delle complicanze. Se necessario, i farmaci o la terapia sostitutiva con nicotina (gomme alla nicotina, ecc) possono aiutarvi a smettere di fumare.

Altri farmaci

Di solito vi verràa consigliato di prendere un farmaco per abbassare il livello di colesterolo. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di sviluppare alcune complicazioni, quali malattie cardiache, malattie vascolari periferiche e ictus.

I controlli regolari per il vostro stato di salute regolare possono includere:

  • Controllare i livelli di zucchero nel sangue (glucosio), HbA1c, colesterolo e la pressione sanguigna.
  • Consulenza di un dietista e da un medico per lo stile di vita da seguire.
  • Controllo per i primi segni di complicazioni, per esempio:
    • Controlli agli occhi, per rilevare problemi alla retina (una possibile complicanza del diabete), che spesso possono essere prevenuti. L’aumento della pressione oculare (glaucoma) è più comune nelle persone con diabete e di solito può essere trattata.
    • Gli esami delle urine, che includono test di proteine ​​nelle urine, i quali possono indicare problemi renali.
    • Controlli dei piedi, i quali possono aiutare a prevenire le ulcere del piede.
    • Altri esami del sangue, i quali includono controlli sulla funzione renale e altre prove generali.

E ‘importante avere controlli regolari, per alcune complicazioni, perchè se sono diagnosticate precocemente, possono essere curate oppore si può prevenire il loro peggioramento.

Dovreste essere vaccinato contro l’influenza (ogni autunno) e anche contro i batteri dello pneumococco. Queste infezioni possono interessarvi se avete il diabete.

Bibliografia

  • Type 2 diabetes: the management of type 2 diabetes (update); NICE Clinical Guideline (May 2008)
  • Management of diabetes; Scottish Intercollegiate Guidelines Network – SIGN (March 2010)
  • Diabetes – type 2; NICE CKS, July 2010
  • Type 2 diabetes – newer agents (partial update); NICE Clinical Guideline (May 2009)