Frattura dell'anca

Frattura dell’anca: sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

Si tratta di una condizione comune che colpisce soprattutto le donne anziane che spesso hanno l’osteoporosi. L’anca può rompersi in diversi modi. Una frattura dell’anca può essere intracapsulare (all’interno della capsula articolare) o extracapsulare (al di fuori della capsula articolare). La maggior parte delle persone che hanno una frattura dell’anca hanno bisogno di un’operazione per riparare la rottura dell’osso. Il tipo della vostra frattura (intracapsulare o extracapsulare), determinerà il trattamento esatto che il chirurgo ortopedico eseguirà. E’ importante che l’osteoporosi venga trattata dopo una frattura dell’anca.

La frattura dell’anca può anche essere scomposta o non scomposta. Una frattura scomposta, è una frattura in cui le ossa rotte si sono spostate dalla loro posizione normale. Se i frammenti ossei sono spostati, dovranno essere rimessi nella loro posizione normale. In una frattura non scomposta, i frammenti ossei, anche se sono rotti, sono ancora allineati nella loro posizione normale.

Una frattura dell’anca è un infortunio molto comune che colpisce soprattutto le persone anziane. E’ uno dei motivi più comuni per l’ammissione nel reparto ortopedico in un ospedale. Circa 75.000 fratture dell’anca sono trattati ogni anno. Tuttavia, dato l’invecchiamento della popolazione, questo numero sembra destinato a raddoppiare entro il 2050.

Circa 8 persone su 10, che hanno una frattura dell’anca sono donne. L’età media di chi si frattura l’anca è di 80 anni.

Per la maggior parte delle persone anziane, una frattura dell’anca accade dopo una caduta. Se si dispone di osteoporosi si avranno maggiori probabilità di fratturarsi l’anca quando si cade. L’osteoporosi è la principale causa della frattura dell’anca. L’osteoporosi è la perdita di materiale osseo. Le ossa diventano meno dense. Questo le rende più inclini alla rottura.

Ci sono una serie di motivi per cui una persona anziana può cadere. Tuttavia, a volte ci può essere una ragione medica per una caduta. Ad esempio, la pressione bassa, un ritmo cardiaco anomalo ecc. Qualsiasi problema di fondo può richiedere di essere trattato, per evitare ulteriori cadute.

Una frattura dell’anca può verificarsi anche nelle persone più giovani. In questi casi, è più probabile che ciò sia dovuto da un trauma, come un incidente stradale o una caduta da un’altezza significativa.

Se vi fratturate l’anca, avrete molto dolore attorno all’anca ferita. Non sarete in grado di muovere l’anca, stare in piedi o camminare. Si può inoltre notare che la gamba colpita sembra più corto e che sia rivolta verso l’esterno rispetto a l’altra gamba.

Dopo la rottura dell’anca, verrete portati in ospedale. Potreste ricevere degli analgesici, se necessario e, riceverete una radiografia per osservare l’anca interessata. Se siete disidratati, riceverete alcuni liquidi per via endovenosa. Un chirurgo ortopedico vi visiterà, per decidere il modo migliore per trattare la vostra frattura dell’anca. A volte si può anche essere visti da un altro specialista, se si hanno problemi di salute preesistenti.

A volte, una frattura dell’anca non può essere vista con i normali raggi X. Se si dispone di dolore all’anca e siete caduti, i medici devono accertarsi che la vostra anca non si sia rotta. La risonanza magnetica (MRI), può fornire informazioni più dettagliate circa la vostra anca colpita. Se una risonanza magnetica non è adatta per voi o se non è disponibile entro 24 ore, un diverso tipo di scansione chiamata tomografia computerizzata (TC), dovrebbe essere eseguita.

La maggior parte delle persone che hanno una frattura dell’anca necessitano di un intervento chirurgico per riparare la rottura dell’osso. Il tipo di intervento chirurgico dipendere da dove si è rotto l’osso dell’anca (se si dispone di una frattura intracapsulare o extracapsulare) e anche ai problemi di salute che si possono avere. Si dovrebbe discutere le opzioni disponibili con il chirurgo che esegue l’operazione. I medici raccomandano, inoltre, che un adeguato sollievo dal dolore prima e dopo l’intervento chirurgico è essenziale. Tuttavia, i farmaci anti-infiammatori non steroidei non sono raccomandati per il sollievo dal dolore per le persone che hanno una frattura dell’anca.

Fratture dell’anca intracapsulare

  • Fratture non scomposte, se si dispone di questa frattura dell’anca intracapsulare, si avrà una operazione che unirà e terrà in posizione i frammenti delle ossa rotte. Questo è noto come sintesi interna. I vari dispositivi possono essere utilizzati per fornire la fissazione, con viti, chiodi, piastre e barre. La fissazione interna, consente una più rapida guarigione delle ossa rotte e di solito consente di ritornare al movimento più velocemente.A volte, una frattura intracapsulare non scomposta, è trattata conservativamente. Ciò significa che nessuna operazione è fatta e il vostro osso dell’anca è lasciato guarire naturalmente. Tuttavia, se questo è il caso, il vostro soggiorno in ospedale tende ad essere più lungo. Vi è inoltre il rischio che i frammenti ossei possano muoversi, in modo che la frattura dell’anca è spostata. Questo trattamento è solitamente riservato per le persone con gravi problemi di salute di base o che sono molto fragili e non sarebbero in grado di sopportare un intervento chirurgico.
  • Le fratture scomposte, se avete questa frattura, i frammenti ossei hanno bisogno di essere ri-allineati. Essi possono quindi essere fissati in posizione durante un’operazione che utilizza l’osteosintesi, come descritto sopra. A volte, una sostituzione dell’anca è usata per trattare una frattura dell’anca. La sostituzione dell’anca è anche conosciuta come l’artroplastica dell’anca. Durante una sostituzione dell’anca, il chirurgo rimuove le parti delle ossa che compongono l’anca e le sostituisce con parti di un’anca artificiale, chiamata anche protesi. Una protesi totale dell’anca, sostituisce entrambi i lati del giunto dell’anca (la palla, o la testa, del femore e la presa dell’acetabolo). Un’endoprotesi sostituisce solo la testa del femore, con una parte artificiale.Se si dispone già di qualche malattia all’anca, per esempio l’artrosi, una protesi totale dell’anca può essere una buona opzione per il trattamento della frattura scomposta intracapsulare.

Fratture dell’anca extracapsulare

Una operazione è necessaria anche per il trattamento delle fratture dell’anca extracapsulari. Una vite speciale, chiamata una vite dell’anca scorrevole, di solito è usata per tenere i frammenti ossei al loro posto. Talvolta un chiodo (detto chiodo endomidollare) viene invece utilizzato.

Tipi di anestetico usati nella chirurgia per la frattura dell’anca

L’anestesia spinale o epidurale, è spesso usata durante la chirurgia per la frattura dell’anca. Un anestetico spinale è un farmaco anestetico locale, il quale viene iniettato attraverso un ago nella schiena, per intorpidire i nervi dalla vita in giù, per due o tre ore. L’anestesia epidurale viene somministrata con un piccolo tubo di plastica (un catetere epidurale) che viene fatto passare attraverso la parte bassa della schiena. Attraverso questo tubo, l’anestetico locale e farmaci antidolorifici vengono somministrati. Anche in questo caso, si produce intorpidimento della parte inferiore del corpo, ma può essere ricaricato e così, gli effetti durano più a lungo rispetto a quelli dell’anestetico spinale.

A volte, si può ricevere un anestetico generale quando si dispone di un intervento chirurgico, dopo una frattura dell’anca.

Dopo l’intervento chirurgico, verrete spostati dalla sala operatoria ad un reparto ortopedico. Riceverete farmaci che allevieranno il dolore. Di solito è necessaria l’ossigenoterapia (tramite una maschera o cannula nasale). La somministrazione di liquidi per via endovenosa, sarà necessaria.

Dopo l’intervento chirurgico, riceverete un trattamento di riabilitazione, tra cui la fisioterapia, che dovrete iniziare il giorno dopo l’intervento chirurgico. Un fisioterapista vi valuterà e vi insegnerà gli esercizi che aiutano a promuovere la forza e il recupero della vostra anca. Dvrete svolgere questi esercizi almeno una volta al giorno e sottoporvi a regolari visite di controllo.

Alcuni ospedali sono specializzati con reparti di riabilitazione che sono impostati per aiutare le persone anziane che hanno riportato ferite alle ossa, tra cui le fratture dell’anca.

Se siete una persona anziana che ha avuto una rotto dell’anca, è normale che abbiate un caso di osteoporosi sottostante. A seconda della vostra età, si può fare riferimento per una densitometria a raggi X a doppia energia speciale (DEXA), per cercare le prove di assottigliamento delle ossa e dell’osteoporosi. Tuttavia, le donne di età superiore agli 80 anni, hanno un certo grado di osteoporosi e quindi questa scintigrafia ossea verrà proposta solo per le persone di età inferiore ai 75 anni.

Il trattamento dell’osteoporosi avviene con farmaci del gruppo dei bifosfonati. Questi sono spesso prescritti con integratori alimentari di calcio e vitamina D.

Le complicazioni che possono verificarsi in alcune persone a seguito di una frattura dell’anca sono:

  • Infezione, si possono ricevere alcuni antibiotici per cercare di prevenire l’infezione (ad esempio infezioni della ferita) dopo l’intervento chirurgico per il trattamento di una frattura dell’anca. La polmonite è un’altra infezione che può verificarsi dopo una frattura dell’anca.
  • Trombosi venosa profonda (TVP), è un coagulo di sangue in una vena, di solito nella vena della gamba. Può essere causata dall’immobilità. Dopo una frattura dell’anca, avrete un aumento del rischio di sviluppare una trombosi venosa profonda. Per questo motivo, vi verranno dati alcuni farmaci per aiutare a prevenire la TVP dopo avere avuto una frattura dell’anca.
  • La perdita di sangue, questo può accadere dopo una frattura dell’anca. A causa della possibile perdita di sangue, potrebbe essere necessaria la sostituzione del fluido tramite una flebo. A volte è necessaria una trasfusione di sangue.
  • Frattura pseudoartrosi, questa avviene quando i frammenti ossei della frattura non guariscono o non si uniscono di nuovo insieme, in modo normale.
  • Necrosi avascolare, questa condizione è più probabile se si dispone di una frattura dell’anca intracapsulare. L’apporto di sangue alla testa del femore è danneggiato dalla frattura. Senza sangue, il tessuto osseo può morire. Questo può portare a problemi tra cui il dolore cronico, attorno all’anca.
  • Le ulcere da pressione. Un ulcera da pressione è un’area ulcerata della pelle causata dall’irritazione e dalla pressione continua da parte del vostro corpo. Se non potete muovervi, perchè state spendendo lunghi periodi a letto o su una sedia (per via della frattura dell’anca), sarete ad aumentato rischio di sviluppare un’ulcera da pressione.

Ciò può dipendere in parte dal tipo di frattura che avete. Da una frattura dell’anca, si può non recuperare la piena mobilità. Alcune persone possono anche avere dolore persistente nella loro zona dell’anca dopo una frattura. Questo può colpire la vostra vita quotidiana.

Alcune persone hanno bisogno di particolare attenzione quando si muovono in casa, dopo una frattura dell’anca. Altre possono avere bisogno di trasferirsi in una casa per anziani o di cura, in modo che possano ottenere l’attenzione necessaria.

Una persona con l’osteoporosi ha un alto rischio di avere una frattura dell’anca, se cade. Pertanto, la prevenzione di una frattura dell’anca deve essere volta a cercare di prevenire l’osteoporosi e prevenire le cadute.

In breve, la prevenzione dell’osteoporosi comprende:

  • Regolare esercizio fisico, come camminare a ritmo sostenuto, aerobica, danza, corsa, ecc
  • Garantire un adeguato apporto di calcio e vitamina D nella dieta (ed eventuali supplementi per coloro che possono essere carenti).
  • Fumo e alcol, nonchè le sostanze chimiche derivanti dal tabacco, possono influenzare le ossa e peggiorare la perdita ossea. Se si fuma, si dovrebbe fare ogni sforzo per smettere di fumare. Inoltre, riducete le quantità di l’alcol che bevete.

C’è sono un certo numero di modi che riducono le probabilità di avere una caduta. Essi includono:

  • Eliminare eventuali pericoli che si possono avere nella vostra casa, come i tappeti.
  • Avere un controllo regolare della vista.
  • Vedere il vostro medico regolarmente per una revisione dei farmaci, della pressione del sangue e della vostra salute generale.

Se siete preoccupati che siete a rischio di cadute, dovreste discuterne con il medico.

Un’altra cosa che è utile per ridurre la possibilità di rompere l’anca, è quello di indossare speciali imbottiture intorno all’anca, per proteggerla in caso di cadute.

Bibliografia

  • The assessment and prevention of falls in older people, NICE (2004)
  • Osteoporosis – primary prevention, NICE Technology Appraisal Guideline (January 2011)
  • Hip fracture, NICE Clinical Guideline (June 2011)
  • Management of hip fracture in older people, Scottish Intercollegiate Guidelines Network – SIGN (June 2009)
  • Parker M, Johansen A; Hip fracture. BMJ. 2006 Jul 1;333(7557):27-30.
  • BOAST 1: Hip fracture in the older person, British Orthopaedic Association Standards for Trauma (BOAST), September 2008
  • Bischoff-Ferrari HA, Dawson-Hughes B, Baron JA, et al; Calcium intake and hip fracture risk in men and women: a meta-analysis of prospective cohort studies and randomized controlled trials. Am J Clin Nutr. 2007 Dec;86(6):1780-90.
  • Mayor S; UK hip fracture audit is launched to improve care and reduce costs. BMJ. 2007 Sep 29;335(7621):634-5.
  • Parker MJ, Gillespie WJ, Gillespie LD; Effectiveness of hip protectors for preventing hip fractures in elderly people: systematic review. BMJ. 2006 Mar 11;332(7541):571-4. Epub 2006 Mar 2.
  • Bilezikian JP; Efficacy of bisphosphonates in reducing fracture risk in postmenopausal osteoporosis. Am J Med. 2009 Feb;122(2 Suppl):S14-21.
  • Bischoff-Ferrari HA, Willett WC, Wong JB, et al; Prevention of nonvertebral fractures with oral vitamin D and dose dependency: a meta-analysis of randomized controlled trials. Arch Intern Med. 2009 Mar 23;169(6):551-61.
  • Davenport M; Hip Fracture, Medscape, Sep 2010