Infestazione da vermi nematoidi

Infestazione da vermi nematoidi: sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

I vermi nematoidi causano infezioni comuni, che di solito non sono gravi. I nematoidi infettano l’intestino e depongono le uova intorno al vostro ano, provocando prurito. Il trattamento di solito comprende l’uso di farmaci più alcune misure di igiene personale. Il farmaco uccide i vermi, ma non le loro uova, le quali possono sopravvivere per due settimane. Pertanto, sono necessarie anche alcune misure igieniche rigorose per due settimane, dopo l’assunzione dei farmaci per evitare di “ingoiare” le uova che possono causare nuove infezioni. Tutti i membri della famiglia devono essere trattati allo stesso tempo, comprese le persone senza sintomi.

I nematoidi sono piccoli vermi, sottili, bianchi e filiformi da 2 mm a 13 millimetri di lunghezza. Essi infettano le budella umane (intestino). Essi sono comuni nei bambini, ma chiunque di qualsiasi età può essere colpito.

I nematoidi vivono per circa 5-6 settimane nell’intestino e poi muoiono. Prima di morire, i vermi femmine depongono piccole uova intorno all’ano. Ciò tende a verificarsi durante la notte. Le uova sono troppo piccole per essere viste senza un microscopio, ma causano prurito intorno all’ano, accompagnato da un muco irritante. Quando vi grattate per alleviare il prurito, le uova possono rimanere attaccate sulle vostre dita, sotto le unghie. Quindi potreste inghiottirle se vi mettete un dito in bocca.

Inoltre, le uova dei nematoidi, possono sopravvivere fino a due settimane al di fuori del corpo. Quando le uova si staccano dall’ano, possono cadere sulla biancheria da letto, sui vestiti, ecc. Essi possono quindi anche liberarsi nell’aria, quando vi cambiate i vestiti, biancheria da letto, ecc, e diventa parte integrante della polvere presente in casa. Alcune uova possono depositarsi sul cibo o sugli spazzolini da denti. Così, i bambini potrebbero ingoiare alcune di queste uova, anche giocando con altri bambini che hanno queste uova sulle dita.

Tutte le uova che si ingoiano, poi si schiudono e si sviluppano in vermi adulti nell’intestino.

Di solito no. Spesso, la cosa peggiore è il prurito e il fastidio prodotto intorno all’ano. Il grattarsi soventemente, può rendere l’ano dolorante. Un gran numero di nematoidi possono eventualmente causare lievi dolori addominali. Nelle ragazze, i nematoidi, possono deporre le uova nella vagina o nell’uretra. Un medico può verificare la presenza di questi vermi nelle ragazze giovani, da una secrezione vaginale, pipì a letto o da problemi di minzione. Raramente, i nematoidi possono causare altri problemi come la perdita di appetito e la perdita di peso.

I nematoidi sembrano sottili fili bianchi di cotone. A volte si possono vedere nelle feci nella toilette. Se non è possibile vederli nelle feci, ma sospettate che il vostro bambino abbia un infestazione da nematoidi, provate a guardare all’interno dell’ano del bambino. Se il bambino è colpito da questo verme, spesso è possibile vederne uno o due che escono dall’ano. Non allarmatevi! Chiedete ad un farmacista per i consigli del trattamento.

Il medico può fare un test con un nastro adesivo per confermare la presenza delle uova. Il nastro adesivo, che è stato applicato sull’ano della persona interessata, verrà poi tolto e inviato in laboratorio per le analisi al microscopio, per vedere se le uova dei nematoidi sono attaccate al nastro.

Tutti i membri della famiglia, tra cui gli adulti anche se non hanno sintomi, devono essere trattati per questo tipo di infestazione. Questo perché molte persone possono infettare altre persone, specialmente coloro che fanno parte della stessa famiglia.

Il trattamento comune è:

  • Prendere una medicina per uccidere i vermi nel vostro intestino;
  • Misure igieniche per eliminare le uova che possono essere intorno al vostro ano o nella vostra casa.

Nota: per i bambini di età inferiore ai tre mesi, sono possibili solo misure igieniche, perchè nessuna medicina è concessa per questo gruppo di età.

Farmaci

È possibile acquistare i seguenti medicinali dalle farmacie. È inoltre possibile ottenerli su prescrizione medica.

  • Mebendazolo è il farmaco usuale per le persone di età superiore ai sei mesi. Tutti i membri della famiglia, tra cui gli adulti e le persone senza sintomi, devono assumere una dose. Basta una dose per uccidere i vermi. Una seconda dose dovrà avvenire due settimane dopo la prima, la quale è a volte necessaria se l’infezione non è stata eliminata (che può verificarsi se inghiottite alcune uova dopo l’assunzione del farmaco).
  • Piperazina è una medicina alternativa. Essa è utilizzata da chiunque ha un infestazione da oltre tre mesi. È necessario prendere due dosi, 14 giorni dopo la prima.

Misure igieniche

I farmaci uccidono i vermi nell’intestino, ma non le uova intorno all’ano. Queste possono sopravvivere fino a due settimane fuori del corpo, nella biancheria intima, biancheria, nella polvere, ecc (come descritto sopra). Quindi, le misure igieniche mirano ad eliminare tutte le uova dal corpo e dalla casa, per evitare che esse vengano trasmesse ad altre persone. Dopo aver preso la prima dose dei farmaci per eliminare i nematoidi praticate queste seguenti misure igieniche:

  • Lavate gli indumenti che usate per dormire, biancheria del letto, asciugamani e peluche.
  • Eliminate la polvere dalla vostra casa. Buttate via il panno dopo l’uso. Prestate particolare attenzione alle camere da letto, tra cui materassi e dove i bambini giocano.
  • Pulite a fondo il bagno con panni umidi. Buttate via il panno dopo l’uso.

Ogni membro della famiglia dovrebbe fare quanto segue per due settimane:

  • Indossate mutande attillate o mutandoni a letto e cambiateli ogni mattina.
  • Ogni mattina lavatevi la zona vicina all’ano per eliminare le uova rimaste. È importante farlo subito, dopo che vi siete alzati dal letto.
  • Idealmente, cambiate e lavate la biancheria del letto ogni giorno.
  • Lavatevie le mani e pulite bene la zona sotto le unghie, dopo aver usato il bagno o cambiato i pannolini e prima di mangiare o preparare il cibo.
  • Cercate di non mordervi le unghie e scoraggiatee i bambini dal farlo.
  • Se possibile, evitate di condividere gli asciugamani o lenzuola.
  • Tenere gli spazzolini da denti isolati gli uni dagli altri. Sciacquateli bene prima dell’uso.

I vostri bambini possono venire a contatto con le uova di nematoidi, nelle scuole o asili, in particolare nei servizi igienici, se non sono adeguatamente puliti. Questo è il motivo per cui il vostro bambino può avere una ricorrente infestazione da nematoidi, anche se la vostra casa ha un alto livello di igiene.

Gravidanza

In caso di gravidanza, durante il primo trimestre della gravidanza non dovreste prendere farmaci che uccidono i vermi, poichè le misure igieniche da sole possono essere sufficienti. I vermi muoiono dopo circa sei settimane, se non avrete nuovi contatti con le uova di questo verme.

Se il trattamento con il farmaco è considerato necessario, può essere avviato nel secondo o terzo trimestre di gravidanza,utilizzando il mebendazolo.

Allattamento

Se state allattando al seno, sei settimane praticando le misure igieniche, è il solo trattamento necessario. Se il trattamento con il farmaco è considerato necessario, allora il medico potrebbe consigliarvi il mebendazolo. Tuttavia, il mebendazolo non è concesso in licenza per essere utilizzato nelle donne che allattano.

Sì. Non vi è alcuna necessità di tenere un bambino con questa condizione, a casa da scuola, asilo nido, ecc poichè se rispettate le misure igieniche sopra descritte, i bambini non avranno uova sulle loro dita, quindi è improbabile che infettino gli altri.

Bibliografia

  • Guidance on Infection Control in Schools and other Childcare Settings, Health Protection Agency (April 2010)
  • Wolfram W et al, Enterobiasis, Medscape, Nov 2009
  • Threadworm; NICE CKS, December 2011