Infezione fungina del cuoio capelluto (tigna del cuoio capelluto)

Infezione fungina del cuoio capelluto (tigna del cuoio capelluto): sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

La tigna è un’infezione della pelle causata da un fungo. La tigna del cuoio capelluto colpisce soprattutto i bambini. Il trattamento avviene con un farmaco antifungino che è necessario prendere per diverse settimane. Il solo shampoo antimicotico non è efficace, ma può essere consigliato in aggiunta ad altri farmaci.

La tigna è un’infezione fungina della pelle. (Non è dovuta da un verme come suggerisce il nome) Vi sono molti tipi di germi fungini (funghi) e alcuni possono infettare la pelle, le unghie e i capelli.

  • Nella maggior parte dei casi, la tigna del cuoio capelluto viene contratta dal contatto tra persone, dalla condivisione di asciugamani, ecc
    • I funghi e le loro spore possono rimanere in vita nei pettini, spazzole, asciugamani sporchi, mobili e lenzuola, per lunghi periodi.
    • Alcune persone sono portatori di questi funghi. Cioè, essi hanno funghi sulla loro pelle e capelli ma non causano infezioni o sintomi. Tuttavia, possono passare i funghi ad altre persone le quali non svilupperanno i sintomi.
    • Qualche volta un focolaio della tigna del cuoio capelluto, si tramanda in famiglie o nelle scuole
  • Da animali. Alcuni cani, gatti e altri animali domestici hanno infezioni fungine sulla loro pelle. Essi possono trasmettere l’infezione, soprattutto ai bambini. Gli animali presenti nelle fattorie possono essere anche una fonte di contagio.
  • Senza alcuna ragione apparente. I funghi sono comuni e possono creare un’infezione senza una causa concreta. Ad esempio, le spore fungine si possono ottenere dall’aria o dal terreno. Le spore possono poi svilupparsi in funghi e causare infezioni.

La tigna del cuoio capelluto colpisce soprattutto i bambini. Non è comune negli adulti. Questo perchè l’olio della pelle normale (sebo) aumenta sul cuoio capelluto dopo la pubertà (in adolescenza) ed ha proprietà che lo rendono resistente ai funghi.

  • Comunemente, l’infezione appare come forfora grave su vari punti del cuoio capelluto. Così la si può scambiare per la psoriasi.
  • Alcune infezioni causano macchie con la perdita di capelli (zone calve). Le zone calve di solito sono infiammate e molto squamose.
  • In alcuni casi, diverse pustole dolorose (bolle) si possono sviluppare sul cuoio capelluto.
  • Un’infezione più grave si sviluppa in un piccolo numero di casi. Ciò causa un grande gonfiore in una sezione del cuoio capelluto, chiamata kerion.
  • Se si dispone di una grave infezione, come ad esempio un kerion o pustole, si può sviluppare febbre e le ghiandole del collo possono gonfiarsi.

A volte i sintomi suggeriscono un’infezione fungina. Tuttavia, la tigna del cuoio capelluto può essere confusa con altri problemi, in un primo momento. Ad esempio, alcuni casi possono apparire come psoriasi o forfora, e le infezioni fungine sono solo una delle diverse cause delle zone calve e della perdita di capelli. Per confermare la diagnosi, il medico di solito invierà un campione di capelli o un raschiamento della pelle colpita al laboratorio. Questo viene esaminato al microscopio e coltivato per confermare che una infezione fungina è la causa del problema.

Se viene confermata al vostro bambino la diagnosi della tigna del cuoio capelluto:

  • Dove possibile, si dovrebbero disinfettare (con candeggina) gli oggetti che possono essere contaminati con spore fungine, per esempio, i cappelli, pettini, cuscini, coperte e forbici. Questo mira a prevenire una nuova infezione dopo il trattamento ed evitare la trasmissione dell’infezione ad altre persone.
  • Si consiglia di non condividere gli asciugamani. Lavate frequentemente gli asciugamani usati.
  • Non è necessario mantenere i bambini a casa da scuola. Tuttavia, per assicurare che l’infezione non si trasmette agli altri, si dovrebbe seguire attentamente il trattamento raccomandato.

Farmaci antifungini

Un antimicotico assunto per via orale è necessario per eliminare la tigna del cuoio capelluto.

  • Griseofulvina è stata la prima scelta di trattamento per la tigna del cuoio capelluto per molti anni. È di solito necessario un corso di 12 settimane con la griseofulvina. Le compresse possono essere assunte, eventualmente mescolandole con un po’ d’acqua, per i bambini che non sono in grado di inghiottire le pastiglie intere.
  • La terbinafina è un’altra opzione che viene sempre più utilizzata al posto della griseofulvina. Un corso di quattro settimane è di solito necessario. È importante finire il corso del trattamento per cancellare il fungo completamente dal cuoio capelluto.

Altri farmaci antimicotici, quali itraconazolo e fluconazolo, sono a volte utilizzati.

I farmaci antifungini sono generalmente ben tollerati e gli effetti collaterali sono rari. Tuttavia, si verificano solo in alcune persone. Ad esempio, le donne in età fertile devono evitare una gravidanza durante il trattamento con griseofulvina. Gli uomini devono utilizzare contraccettivi durante e per sei mesi dopo il loro trattamento con griseofulvina. Questo a causa dei potenziali effetti collaterali sul sistema riproduttivo maschile.

Pertanto, leggete il foglio illustrativo fornito con il pacchetto del farmaco per una lista completa di cautele e di possibili effetti collaterali prima di prendere qualsiasi trattamento.

Creme antimicotiche e shampoo

Le creme antimicotiche o gli shampoo non curano completamente l’infezione. Questo perché i funghi entrano nel fusto del capello, zone in cui le creme e gli shampoo non possono arrivare. Pertanto, essi non possono curare la condizione. Tuttavia, essi ripuliscono i capelli e la superficie del cuoio capelluto dai funghi dalle spore fungine.

Uno shampoo antimicotico o una crema, possono essere usati due volte alla settimana per un paio di settimane in aggiunta ai farmaci antifungini, per esempio il selenio shampoo, shampoo ketoconazolo o terbinafina crema. Questo serve per cancellare eventuali funghi superficiali velocemente e rendere molto meno probabile la diffusione del fungo ad altri bambini.

Se l’infezione non è trattata e diventa grave, c’è il rischio che si formino alcune aree cicatriziali permanenti nonchè, aree pelate sul cuoio capelluto anche dopo il trattamento. Inoltre, a volte un’infezione fungina può portare a una infezione batterica della pelle ”secondaria”. In questo caso allora potrebbe essere necessario un ciclo di antibiotici.

Alcune persone senza sintomi possono essere contaminate con i funghi nei capelli. Queste persone sono chiamate “portatori”. Pertanto, i membri della famiglia e amici stretti di una persona colpita dovrebbero essere testati per questa condizione. Una spazzola speciale può essere fatta passare sui loro capelli che vengono poi inviati al laboratorio per vedere se i capelli sono contaminati con u funghi o le spore fungine.

Il trattamento può essere offerto se vengono rilevati dei funghi o delle spore fungine, per prevenire la malattia o la loro diffusione. Per esempio, alcune persone che hanno una forte crescita di spore, possono essere invitate a seguire un corsoterapeutico con compresse antifungine o farmaci, ma altre con un basso numero di spore possono essere trattate con un semplice shampoo antimicotico o crema.

Bibliografia

  • Tinea capitis in the United Kingdom: a report on its diagnosis, management and prevention; Health Protection Agency (2007)
  • Kao G, Tinea Capitis, Medscape, Jul 2011
  • Fungal skin infection – scalp; NICE CKS, May 2009
  • Gonzalez U, Seaton T, Bergus G, et al; Systemic antifungal therapy for tinea capitis in children. Cochrane Database Syst Rev. 2007 Oct 17;(4):CD004685.