Infezioni urinarie nei bambini

Infezioni urinarie nei bambini: sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

L’infezione urinaria nei bambini è comune. Essa può causare diversi sintomi. Gli antibiotici di solito eliminano l’infezione rapidamente. Nella maggior parte dei casi, un bambino con un’infezione urinaria avrà un pieno recupero. A volte i test per controllare i reni e/o la vescica sono consigliati, dopo la scomparsa dell’infezione. Il medico vi consiglierà se il vostro bambino ha bisogno di queste prove. Questo dipende dall’età del bambino, dalla gravità dell’infezione.

I reni sono due, uno su ciascun lato dell’addome. Producono le urine che poi vengono drenate verso il basso nei tubi chiamati ureteri. L’urina viene immagazzinata nella vescica e viene eliminata attraverso l’uretra.

Una infezione urina è causata da batteri che arrivano nelle urine. La maggior parte delle infezioni urinarie sono dovuti a batteri che normalmente vivono nell’intestino. Essi non causano un danno a livello intestinale, ma possono causare infezioni se arrivano in altre parti del corpo. Alcuni batteri si trovano in nell’ano, dopo l’evacuazione delle feci. Questi batteri possono talvolta arrivare nell’uretra e nella vescica. Alcuni batteri prosperano nelle urine e si moltiplicano rapidamente causando l’infezione.

L’infezione è presente solo nella vescica, ma può spostarsi anche nei reni.

Quasi 1 ragazzo su 20 e più di 1 ragazza su 10, hanno almeno un’infezione delle urine dal momento che hanno superato i 16 anni di età. I bambini di età inferiore ai 5 anni sono i più colpiti.

Alcuni termini usati dai medici includono:

  • Infezione del tratto urinario (UTI), significa che c’è un’infezione delle urine in qualche parte del tratto urinario.
  • Abbassare UTI, significa che l’infezione è limitata alla vescica e all’uretra. Questo caso è molto simile alla cistite.
  • Superiore UTI, l’infezione colpisce un rene e/o un uretere.
  • Pielonefrite, questo è un altro termine che significa l’infezione di un rene.
  • Dolore lombo, è un dolore nell’addome, spesso proveniente da un rene.

Nella maggior parte dei casi non ci sono fattori che provocano questo tipo di infezione. La maggior parte delle infezioni urinarie nei bambini, non hanno nessun problema di fondo.

In alcuni casi, mantenere l’urina nelle vie urinarie, può essere una causa dell’infezione. Quando si eliminano le urine, la vescica deve svuotarsi completamente per espellere i microbi (batteri) che possono penetrare all’interno della vescica. Tuttavia, alcune anomalie o problemi che colpiscono l’apparato urinario, possono fare in modo che un certa quantità di urina rimanga nella vescica o negli ureteri. Ciò può consentire ai batteri di moltiplicarsi,  perchè l’urina è un ottimo alimento per alcuni batteri. Questo aumenta la probabilità di sviluppare un’infezione urinaria.

Stipsi: se le feci sono di grandi dimensioni, quando passano attraverso l’ano, possono premere sulla vescica. La vescica può allora non svuotare completamente quando il bambino urina. Trattare la stipsi grave a volte impedisce lo sviluppo delle infezioni urinarie ricorrenti.

Sindrome dell’eliminazione disfunzionale: questa è una condizione in cui un bambino ripetutamente trattiene urine e / o feci, cioè che regolarmente non svuota completamente la vescica o dell’intestino quando va in bagno. Non vi è alcuna causa fisica cioè, nessuna anomalia nel tratto urinario o nel retto. Il motivo per cui questo accade è poco chiaro. Problemi di stress o problemi emotivi possono essere la causa di fondo.

Un’anomalia del tratto urinario: le anomalie strutturali possono causare la ritenzione dell’urina. La condizione più comune è chiamata reflusso vesicoureterico. Questo è un problema alla giunzione dove l’uretere entra nella vescica. In questa condizione, l’urina ritorna nell’uretere, dalla vescica. L’urina dovrebbe scorrere solo verso il basso dalla vescica quando andate in bagno. Questa condizione rende le infezioni delle urine più probabili. L’urina infetta che rifluisce dalla vescica, può anche causare infezioni renali. In alcuni casi questo porta a gravi danni ai reni se le infezioni urinarie ricorrono frequentemente. Altri problemi rari che si possono trovare comprendono calcoli renali o anomalie congenite nelle varie parti del tratto urinario.

Disturbi neurologici o del midollo spinale: Tutto ciò che riguarda lo svuotamento della vescica. Questi casi sono rari nei bambini.

Altre condizioni

Altre condizioni che aumentano il rischio di una infezione urinaria includono il diabete e un sistema immunitario mal funzionante.

Può essere difficile dire se un bambino ha una infezione urinaria. Se sono molto piccoli, non si può essere in grado di definire l’esatto punto del problema. Se ancora indossano i pannolini, non si può notare la loro minzione frequente.

I bambini piccoli e neonati possono avere vari sintomi che possono includere:

  • Temperatura elevata (febbre)
  • Vomito e/o diarrea
  • Sonnolenza
  • Pianto
  • Dolore generale
  • Sangue nelle urine (non comune)
  • Ingiallimento della pelle (ittero)
  • Urina torbida o maleodorante

I bambini più grandi possono dire di avere dolore quando eliminano l’urina e hanno una frequente minzione. Se un rene diventa infetto, può anche causare brividi, dolore addominale, mal di schiena o dolore su un lato del ventre. L’enuresi in un bambino è a volte causata da un’infezione delle urine. A volte il malessere generale, può essere dovuto ad un’infezione urinaria.

Un’infezione delle urine deve essere sospettata in ogni bambino che non sta bene o che ha la febbre senza una causa evidente. Questo è il motivo per cui un test delle urine è comunemente eseguito, quando un bambino è malato. E’ importante fare una diagnosi ed avviare il trattamento, di un’infezione urinaria, prontamente.

Un campione di urina è necessario per confermare la diagnosi. L’urina di solito non contiene batteri. Un’ infezione delle urine può essere confermata dagli esami delle urine che rilevano la presenza dei batteri e/o gli effetti dell’infezione nelle urine.

Idealmente, il campione di urina non deve venire a contatto con la pelle o con altri materiali che possono contaminarla con altri batteri. Di seguito sono elencati i modi per ottenere un campione di urina non contaminato:

I bambini: si deve raccogliere un po’ di urina nella bottiglia campione, mentre stanno avendo la minzione. Basta essere pronti con la bottiglia aperta come il bambino elimina l’urina. (Fare attenzione a non toccare il bordo aperto della bottiglia con le dita, in quanto ciò potrebbe contaminare il campione con i batteri presenti sulle dita.)

Neonati: Un metodo che può essere usato, è quello di mettere un tampone assorbente appositamente progettato in un pannolino. L’urina viene aspirata in una siringa dal tampone umido. Un altro metodo è quello di utilizzare un sacchetto di plastica che si attacca alla pelle. Se nessun sacchetto di plastica è disponibile, potrebbe funzionare il metodo seguente; togliete il pannolino, circa un’ora dopo la poppata. Toccate delicatamente con un dito (circa una volta al secondo) la zona sopra l’osso pubico. (Questa è l’osso posto al fondo dello stomaco sopra i genitali.) Tenere pronta una bottiglietta aperta. Molto spesso, in circa entro cinque minuti, il bambino urinerà. Provate in questo modo a prendere un po’ di urina nella bottiglia.

Se si raccoglie un campione in casa, portatelo al medico non appena possibile dopo la raccolta. Se non si può fare questo, conservate il campione in frigorifero.

Se non si riesce a ottenere un campione con i metodi elencati sopra, ci sono altri modi validi. Questi metodi sono un po’ più “scomodi” e vengono eseguiti in ospedale. Un medico potrebbe mettere un catetere nella vescica per ottenere il campione di urina. Un catetere è un tubo flessibile e sottile. Alternativamente un medico può anche usare un ago sterile per prendere un campione direttamente dalla vescica, passando attraverso la pelle appena sopra l’osso pubico. Un anestetico locale viene utilizzato per evitare di ferire il bambino.

Un trattamento con un antibiotico di solito elimina l’infezione entro pochi giorni. Somministrate un sacco di acqua per evitare la disidratazione del bambino. Inoltre, date del paracetamolo per alleviare i dolori e per abbassare la temperatura (febbre). A volte, per i bambini molto piccoli o per le gravi infezioni, gli antibiotici sono dati direttamente in vena attraverso una flebo.

In molti casi, la prognosi è eccellente. Una volta che un’infezione urinaria è diagnosticata e trattata, l’infezione di solito sparisce e il bambino si riprende pienamente. In molti casi, un’infezione urinaria è un evento raro. Tuttavia, alcuni bambini hanno più di un’infezione delle urine le quali coinvolgono tutta la loro infanzia.

In alcuni casi, l’infezione può essere grave, specialmente se un rene diventa gravemente infetto. Questo a volte può essere grave, anche mortale in una minoranza di casi, se il trattamento viene ritardato. Una brutta infezione o infezioni ripetute di un rene, possono anche creare qualche danno permanente al rene coinvolto. Questo potrebbe portare a problemi renali o alla pressione alta, in futuro.

L’infezione urinaria è comune. Nella maggior parte dei casi, un bambino con un’infezione urinaria avrà un pieno recupero.

I test sono consigliati, in alcuni casi, per controllare i reni e/o la vescica. Il medico vi avvertirà se il vostro bambino ha bisogno di ulteriori test. Ciò dipende da fattori come l’età del bambino, la gravità dell’infezione ecc. Per esempio:

  • I bambini di età superiore ai sei mesi che hanno una infezione delle urine che guarisce immediatamente con il trattamento, di solito non hanno bisogno di ulteriori prove.
  • I bambini con una grave infezione o con un’infezione con caratteristiche insolite, possono avere bisogno di altri esami.
  • I bambini che hanno due o più infezioni di qualsiasi gravità, possono avere bisogno di ulteriori esami.

I test suggeriti possono variare in funzione dell’età del bambino. Ci sono vari test (scansioni, ecc) che possono controllare la struttura e la funzione del tratto urinario (reni, ureteri, la vescica e l’uretra).

I risultati di queste prove sono normali nella maggior parte dei casi. Tuttavia, anormalità come il reflusso vesicoureterico, può essere rilevata. Se viene rilevata un’anomalia, un nefrologo può consigliare una bassa dose giornaliera di un farmaco antibiotico. Questo trattamento è consigliato in alcuni casi, per prevenire ulteriori infezioni urinarie, con l’obiettivo finale di prevenire i danni ai reni.

Le disposizioni generali, in merito alle quali i bambini dovrebbero avere ulteriori prove a seguito di una infezione urinaria, sono state definite nelle guide mediche.

Per aiutare a prevenire una ulteriore infezione in futuro:

  • Cercate di non lasciare che il vostro bambino diventi stitico. Una buona dieta può aiuterlo. Chiedete al vostro medico per un consiglio, se non siete sicuri su quali alimenti siano i migliori per prevenire la stitichezza.
  • Assicuratevi che il bambino beva molta acqua ogni giorno.

Inoltre, visitate un medico immediatamente se si sospetta che il bambino abbia un altra infezione urinaria. Se questo è confermato, ricordate al medico che il bambino ha già avuto una precedente infezione urinaria. Ulteriori test possono essere consigliati.

Bibliografia

  • Urinary tract infection in children: diagnosis, treatment and long-term management; NICE Clinical Guideline (2007)
  • Coulthard MG; NICE on childhood UTI: Nasty processes produce nasty guidelines. BMJ. 2007 Sep 8;463; author reply 463-4.
  • Hay AD, Whiting P, Butler CC; How best to diagnose urinary tract infection in preschool children in primary BMJ. 2011 Oct 25;343:d6316. doi: 10.1136/bmj.d6316.
  • Guidelines on Urological Infections; European Association of Urology (Mar 2013)
  • Feverish illness in children – Assessment and initial management in children younger than 5 years; NICE Guideline (May 2013)