Pellagra sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)

Loading ... Loading ...

La pellagra è una malattia da deficit vitaminico provocata da un insufficiente apporto dietetico di niacina, vitamina idrosolubile nota anche come fattore PP (Pellagra Preventing).

La pellagra era fino a non molto tempo fa una delle malattie endemiche più diffuse in molte parti del mondo; in alcune zone a tenore di vita molto basso è ancora presente in maniera significativa. In Italia erano colpite caratteristicamente dalla pellagra le zone montuose dell’arco alpino e le Venezie; su scala mondiale, le maggiori concentrazioni di casi si trovavano probabilmente nel Sud America. La pellagra è una malattia tipica delle popolazioni che incentrano la loro alimentazione sul mais e sui suoi derivati.

La concezione moderna della patogenesi della pellagra prende in considerazione sia l’insufficienza vitaminica sia lo squilibrio aminoacidico determinato da una dieta basata soprattutto sul mais. Nel mais infatti il contenuto di niacina è molto basso; inoltre buona parte della già scarsa vitamina contenuta nei chicchi di granoturco è rappresentata da forme “”legate”" poco utilizzabili dall’organismo. Anche il contenuto di triptofano del mais è molto ridotto.

Nella maggior parte dei Paesi nei quali lo sviluppo industriale ha portato ad un miglioramento generalizzato dello stato di nutrizione della popolazione, la pellagra non è più una malattia a carattere endemico, ma tende a presentarsi (sempre più raramente) sotto forma sporadica e sfumata.

Sintomi della pellagra

La dermatite è forse il sintomo più caratteristico, avendo dato il nome alla malattia (“”pelle agra”"). Si tratta di una dermatite bilaterale e simmetrica, che compare in prevalenza sulle parti di cute che rimangono esposte all’azione diretta della luce; le lesioni pertanto sono prevalentemente presenti a livello del collo, degli avambracci, del volto. La pelle si presenta pigmentata, secca e squamosa; l’origine della dermatite è da ricercare in un processo di fotosensibilità spiccata. Il danno neurologico può esprimersi sotto forme molto diverse da caso a caso.

Nella pellagra compare essenzialmente una encefalopatia; il danno a carico di altre parti del sistema nervoso centrale non è costante né caratteristico. I primi sintomi sono di natura prettamente psichica e comprendono la comparsa di insonnia, facile faticabilità, perdite di concentrazione, irritabilità, tendenza all’abbassamento del tono dell’umore. Questi sintomi possono essere facilmente interpretati erroneamente se non si tiene conto della possibilità di una sindrome carenziale, inducendo a porre una diagnosi scorretta di nevrosi.

Cause della pellagra

Malattia causata da carenza di vitamina PP. La pellagra è endemica nelle regioni in cui l’alimentazione è ricca di mais e povera di proteine animali, in particolare di triptofano, precursore della vitamina PP. La carenza di questa vitamina è spesso associata a un deficit di vitamine del gruppo B, specialmente nell’alcolismo cronico. Si manifesta con disturbi cutanei (rossore, prurito, ispessimento della pelle), digestivi (afte, diarrea, vomito), nervosi e mentali (insonnia, cefalea, confusione mentale e depressione, disturbi della memoria, problemi nervosi agli arti inferiori).

Terapia e cura della pellegra

Come nelle altre forme di carenza di vitamine la terapia consiste nella somministrazione di dosi della vitamina carente tali da compensare il deficit e da mantenere i livelli ematici necessari alla conservazione di un metabolismo regolare. Nella pellagra semplice di solito bastano 10 mg. al giorno di vitamina PP per un breve periodo, se la dieta viene riportata a condizioni soddisfacenti, come è indispensabile per prevenire le ricadute.

Vitamina PP

La carenza di vitamina PP (niacina) provoca la pellagra, una malattia una volta molto frequente in Italia, dove colpiva prevalentemente le popolazioni rurali della pianura padana, abituate ad alimentarsi quasi esclusivamente con polenta di farina di granoturco. La sintomatologia è caratterizzata da tre gruppi principali di alterazioni, rispettivamente a carico della cute (dermatite), del sistema nervoso (demenza), del sistema digerente (diarrea). Il termine pellagra vuol dire “”pelle agra”", cioè ruvida, dovuta a una ipercheratosi, cioè a un ispessimento dello strato corneo cutaneo. Le alterazioni a carico dell’apparato digerente iniziano con la comparsa di glossite e cheilite (infiammazione della lingua e delle labbra). La superficie della lingua assume una caratteristica configurazione a “”carta geografica”", dovuta alla presenza di estese solcature.