polmonite

Polmonite

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

La polmonite è una infiammazione dei polmoni causata da un’infezione.  I batteri, virus, funghi o parassiti possono causare la polmonite. La polmonite è una condizione che può preoccupare se avete più di 65 anni o se avete una malattia cronica o un sistema immunitario debole. Può verificarsi anche in persone giovani e sane.

La polmonite può variare in forme di gravità: da stato lieve ad uno pericoloso per la vita. La polmonite spesso è una complicazione di un’altra condizione, come l’influenza.  Gli antibiotici possono trattare le forme più comuni delle polmoniti batteriche, ma i ceppi resistenti agli antibiotici sono un problema crescente. L’approccio migliore è quello di cercare di prevenire l’infezione.

Sintomi della polmonite

La polmonite imita spesso i sintomi dell’influenza, a cominciare dal colpo di tosse e dalla febbre, quindi non ci si può rendere conto di avere una condizione diversa dall’influenza normale. I sintomi possono variare a seconda della vostra età e dal grado della vostra salute generale.

I segni e sintomi della polmonite possono includere:

Febbre
Temperatura più bassa del normale (nelle persone anziane)
Tosse
Mancanza di respiro
Sudorazione
Brividi, tremore
Dolore toracico che oscilla con la respirazione (pleurite)
Mal di testa
Dolore muscolare
Fatica

Poiché la polmonite può essere grave, si dovrebbe consultare il medico al più presto possibile se si dispone di una tosse persistente, respiro corto, dolore toracico, febbre e, soprattutto una febbre di 39°C o superiore con brividi e sudorazione. Inoltre si deve consultare il proprio medico se vi sentite improvvisamente male dopo un raffreddore o l’influenza.

Siate particolarmente tempestivi circa la ricerca delle cure mediche, se siete persone adulte o se siete fumatori, se bevete eccessivamente, se siete sottoposti a chemioterapia o se assumete farmaci, come il prednisone, che sopprimono il sistema immunitario. Per alcuni adulti più anziani e per le persone con insufficienza cardiaca o con malattie polmonari, la polmonite può rapidamente trasformarsi in una condizione pericolosa per la vita.

Cause della polmonite

Polmonite ha molte possibili cause, ma le più comuni sono i batteri e virus che normalmente si incontrano nell’ambiente. Di solito il vostro corpo fa in modo che questi microbi non invadano i polmoni. A volte, però, un germe resistente può violare le difese, indipendentemente dalla vostra salute generale.

I germi che causano la polmonite nelle persone altrimenti sane, di solito non sono gli stessi che causano la polmonite negli ospedali e in altri ambienti sanitari. Allo stesso modo, i germi che possono infettare i polmoni se vengono inalati, differiscono da quelli che causano i tipi più comuni di polmonite. Lo stesso vale per i germi che causano la polmonite nelle persone con risposte immunitarie deboli.

Polmonite acquisita in comunità

Quando si contrae la polmonite dal contatto con i germi che si incontrano nel corso della vostra routine quotidiana, la si indica con il nome di polmonite acquisita in comunità. Questi germi banali generalmente causano lievi forme di polmonite che i medici possono trattare senza difficoltà. I microbi responsabili per la maggior parte dellle polmoniti acquisiti in comunità sono:

Batteri

Il batterio che causa la maggior parte dei casi di polmonite acquisita in comunità è lo Streptococcus pneumoniae. Altri agenti possibili sono lo Staphylococcus aureus, Haemophilus influenzae e Klebsiella pneumoniae. Non è insolito avere una polmonite causata da più di un tipo di batterio per volta. Staphylococcus aureus meticillino-resistente (MRSA), è un batterio resistente agli antibiotici, che provoca infezioni della pelle e polmonite.

Batteri organismi simili.

Mycoplasma pneumoniae è un piccolo organismo che produce tipicamente sintomi più lievi rispetto ad altri tipi di polmonite. La polmonite Walking, un termine usato per descrivere la polmonite che non è abbastanza grave da richiedere il riposo a letto, può derivare dal Mycoplasma pneumoniae.  La legionella e la Chlamydia sono altri due germi che causano la polmonite.

I virus

Alcuni degli stessi tipi di virus che causano l’influenza e raffreddore possono anche causare la polmonite. Sebbene la maggior parte dei casi di polmonite virale sono lievi e si risolvono nel tempo con il riposo e con la somministrazione di farmaci, la polmonite virale causata dai virus influenzali può diventare molto grave.

Funghi e parassiti

Altre cause meno comuni della polmonite acquisita in comunità sono i funghi, parassiti e i germi che causano la tubercolosi. La maggior parte dei casi di polmonite da parassita si verificano in persone che vivono o hanno viaggiato nei paesi in via di sviluppo.

Polmonite sanitaria acquisita

Polmonite batterica grave, difficile da trattare,  è un problema importante all’interno delle strutture sanitarie (non solo negli ospedali e case di cura), ma anche centri di dialisi e centri ambulatoriali di infusione, nei quali le persone ricevono regolarmente la chemioterapia e altri farmaci per via endovenosa.

La polmonite acquisita a volte è causata dai ceppi di Streptococcus pneumoniae e Haemophilus influenzae, che sono presenti anche nella comunità. Ma l’elenco dei germi che causano la polmonite acquisita in ospedale non si ferma qui. In ambito ospedaliero, i batteri possono rapidamente diventare resistenti agli antibiotici standard, quindi i germi resistenti ai farmaci sono molto più comuni. I batteri resistenti come lo Pseudomonas aeruginosa e MRSA rendono difficile il trattamento. Persone che hanno bisogno di macchine respiratorie (ventilatori), spesso utilizzate nelle unità di terapia intensiva, sono particolarmente vulnerabili questo tipo di polmonite.

Con così tante possibili cause e una elevata probabilità di ceppi resistenti, la sfida è quella di identificare il microrganismo responsabile e determinare quali antibiotici funzionano contro di esso.

L’inalazione o polmonite da aspirazione

La polmonite da aspirazione si verifica quando si respira materiale estraneo. Questo può accadere se si vomita durante il sonno e si respirano alcuni dei contenuti dello stomaco. La difficoltà nel deglutire, che si verifica con malattie come la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), la malattia di Parkinson e ictus, porta occasionalmente alla polmonite da aspirazione.

Polmoniti virali, batteriche e fungine opportunistiche

Questi tipi di polmonite colpiscono le persone con il sistema immunitario indebolito. Gli organismi che non sono nocivi per le persone sane possono essere pericolosi per le persone che hanno avuto un trapianto di organi e per le persone con AIDS e le altre condizioni che compromettono il sistema immunitario. I farmaci che sopprimono il sistema immunitario, come i corticosteroidi o la chemioterapia, possono anche mettere a rischio la persona di contrarre la polmonite opportunistica.

Fattori di rischio

I fattori associati ad un aumentato del rischio per la polmonite sono:

Età: se avete 65 anni o più, in particolare se si dispone di altre condizioni che vi rendono più inclini a sviluppare la polmonite. I bambini molto piccoli, il cui sistema immunitario non è completamente sviluppato, sono ad un aumentato rischio di contrarre la polmonite.
Alcune malattie: queste includono malattie da immunodeficienza quali l’HIV / AIDS e malattie croniche come le malattie cardiache, enfisemi e altre malattie polmonari. Si ha un rischio maggiore se il sistema immunitario è indebolito dalla chemioterapia o dall’uso prolungato di farmaci immunosoppressori.
Fumo: il fumo danneggia le difese naturali del vostro corpo contro i batteri e virus che causano la polmonite.
La ricerca indica che questo aumenta notevolmente il rischio di sviluppare eventualmente grave polmonite.
L’esposizione ad alcune sostanze chimiche o sostanze inquinanti. Il rischio di sviluppare alcuni tipi non comuni di polmonite può essere aumentato se si lavora in agricoltura, in edilizia o con alcune sostanze chimiche industriali o animali. L’esposizione all’inquinamento atmosferico o ai fumi tossici può anche contribuire all’infiammazione polmonare

Complicazioni della polmonite

Se si è giovani e sani, un trattamento appropriato (in particolare, gli antibiotici per la polmonite batterica) di solito si traduce nella guarigione completa senza complicanze Tuttavia, alcuni organismi che causano la polmonite sono così virulenti che travolgono i meccanismi di difesa, anche in persone altrimenti sane.

La polmonite è più probabile che causi complicazioni nelle persone anziane, nei fumatori e nelle persone con insufficienza cardiaca o con malattie polmonari, come la BPCO. Le complicazioni di polmonite possono includere:

I batteri nel sangue

Le più piccole vie aeree nei polmoni terminano in piccole sacche d’aria chiamate alveoli, che effettuano lo scambio di anidride carbonica e ossigeno. Quando si ha la polmonite, gli alveoli contengono batteri che possono entrare nel flusso sanguigno durante lo scambio dei gas. L’infezione si diffonde attraverso il flusso sanguigno, causando scompensi a più organi.

Shock settico

La crescita batterica nel sangue non controllata è in grado di arrestare la normale circolazione.  Il sangue riempie le vene e  fuori sce attraverso le pareti dei capillari, provocando il gonfiore incontrollato del tessuto portando alla morte gli organi.
L’accumulo di liquidi e l’infezione polmonare. A volte liquido si accumula tra la sottile membrana trasparente (pleura) che copre i polmoni e la membrana che riveste la superficie interna della vostra parete toracica – una condizione nota come versamento pleurico. Quando la pleure intorno ai polmoni si infiamma(pleurite), spesso a causa della polmonite, il liquido può accumularsi e può creare infezioni (empiema).

Ascesso polmonare

Di tanto in tanto una cavità contenente pus (ascesso) si forma all’interno della zona colpita dalla polmonite.

Sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS)

Quando la polmonite coinvolge la maggior parte delle aree di entrambi i polmoni, la respirazione è difficile e il corpo non riceve abbastanza ossigeno. Con malattie polmonari di qualsiasi tipo, ma soprattutto con la BPCO, sarete più suscettibili di contrarre l’ARDS.

La visita medica

La maggior parte delle persone che hanno la polmonite consultano un medico di famiglia. Tuttavia, in alcuni casi, quando si chiama per fissare un appuntamento, si può fare riferimento immediatamente ad un medico specializzato nel trattamento di malattie polmonari (pneumologo) o un medico di malattie infettive, si può anche andare al pronto soccorso.

Ecco alcune informazioni per aiutarvi:

Cosa si può fare

Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento. Assicuratevi di chiedere se c’è qualcosa che dovete fare in anticipo, come restringere la dieta.
Scrivete tutti i sintomi che avete incontrato, compresi quelli che possono sembrare estranei alla ragione per cui è stato programmato l’appuntamento medico. Registrate la vostra temperatura.
Annotare le informazioni personali chiave, compresi i recenti ricoveri o l’esposizione a sostanze chimiche o tossine conosciute.
Fate una lista di tutti i farmaci, vitamine e integratori che state prendendo.
Scrivete le domande da porre al medico.

Per la polmonite, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

Qual’è la causa dei miei sintomi?
Quali sono le altre possibili cause?
Quali tipi di test ho bisogno di fare?
La mia condizione è temporanea o cronica?
Qual è il miglior modo di agire?
Quali sono le alternative all’approccio primario che state suggerendo?
Ho altre condizioni di salute. Come interagiranno con la polmonite?
Ci sono delle restrizioni che devo seguire?
Dovrei vedere uno specialista?
C’è un’alternativa generica al farmaco che prescritto?
Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare a casa con me? Quali siti web mi consiglia?
Se non si consiglia un ricovero immediato, quanto tempo si può aspettare prima di considerare il ricovero?

Oltre alle domande che vi siete preparati, non esitate a fare domande durante il vostro appuntamento in qualsiasi momento.

Cosa aspettarsi dal proprio medico

Il medico vi può fare una serie di domande tra cui:

Quando avete cominciato ad avvertire i sintomi?
I sintomi sono continui o occasionali?
Quanto gravi sono i sintomi?
Quali sintomi migliorano?
Quali sintomi peggiorano?
Avete viaggiato o ha avuto esposizioni insolite?

Che cosa si può fare nel frattempo

Per evitare di rendere la vostra condizione peggiore:

Non fumare o respirare fumo passivo
Non bere alcolici.
Se si dispone di segni e sintomi della polmonite, non andare al lavoro o a scuola fino a quando il medico vi darà il permesso per uscire
Bere molti liquidi.
Se la condizione peggiora, andare a un pronto soccorso.

Diagnosi della polmonite

Il medico può diagnosticare la polmonite in base alla storia clinica e con un esame fisico.

Esame fisico. Durante l’esame, il medico ascolta i polmoni con uno stetoscopio per controllare se ci sono anomalie nella respirazione, suoni gracchianti (rantoli) e per le avvisaglie (ronchi) che segnalano la presenza di liquido denso.
Radiografia del torace. I raggi X possono confermare la presenza della polmonite e determinno l’entità e la posizione dell’ infezione.
Sangue nelle mucose. Si può avere un esame del sangue per misurare il numero di globuli bianchi e cercare la presenza di virus, batteri o altri organismi. Il medico può anche esaminare un campione di muco o di sangue per identificare il particolare microrganismo che causa la malattia.

Terapia e cura della polmonite

L’approccio migliore per curare la polmonite dipende da una serie di fattori, tra cui l’età e la salute generale, l’organismo o gli organismi coinvolti e dove l’infezione si è sviluppata. Il trattamento può includere:

Medicazione

Gli antibiotici sono usati per trattare la polmonite batterica. Altri farmaci possono contribuire a migliorare la respirazione e alleviare i sintomi della polmonite batterica e virale. Tali farmaci comprendono:

Antibiotici. La decisione di trattare la polmonite con un antibiotico non è sempre semplice. Anche con un elevato rischio di infezione batterica, ci vuole tempo per identificare il batterio coinvolto e scegliere il migliore antibiotico per eliminarlo. Inizialmente, il medico può prescrivere un antibiotico particolare sulla base delle infezioni. Se i test dimostrano che è necessario un farmaco diverso o la vostra condizione non migliora, si può passare ad un altro antibiotico.
Antivirali. Il medico può consigliare farmaci antivirali per la polmonite virale. Gli antibiotici non sono efficaci per il trattamento della polmonite virale.
Riduttori della febbre. Si può trattare la febbre con l’aspirina, ibuprofene, naprossene o paracetamolo. (I bambini non devono assumere aspirina.)
Medicina per la tosse. Parlate con il vostro medico prima di prendere delle medicine per la tosse. La tosse aiuta a sciogliere e sbarazzarsi dell’espettorato.

Ricovero ospedaliero

La polmonite acquisita in comunità in genere non necessita di cure ospedaliere. Potete essere ammessi, tuttavia, se si dispone di due qualsiasi di questi indicatori di gravità. Se si dispone di tre o più, potete avere bisogno di un ricovero in unità di terapia intensiva:

Avete di 65 anni
Il respiro è rapido
La pressione del sangue scende
Il avete bisogno di assistenza respiratoria, tra cui l’ossigeno o la terapia respiratoria

Rimedi domestici

Se si ha la polmonite, le seguenti misure possono aiutare a recuperare più velocemente e ridurre il rischio di complicanze:

Ottenere abbastanza riposo.
Stare a casa da scuola o dal lavoro fino a che la temperatura ritorna ad un livello normale e la tosse tosse con muco sparisce.  Poiché la polmonite può ripresentarsi entro una settimana o poco più, può essere meglio non tornare a un carico di lavoro completo fino a quando siete sicuri di stare bene.
Bere molti liquidi, soprattutto acqua. Liquidi impediscono di disidratarvi e contribuiscono ad allentare il muco nei polmoni.
Prendere tutti i farmaci prescritti. Se si smette di prendere i farmaci troppo presto, i polmoni possono continuare a nutrire i batteri capaci di moltiplicarsi e causare una ricaduta della vostra polmonite. Inoltre, i batteri iniziano a sviluppare una resistenza ai farmaci, quando sopravvivono altrattamento inadeguato e continuano a moltiplicarsi e diffondersi.

Prevenzione della polmonite

Seguire questi punti per prevenire la polmonite.

Vaccinarsi

Nonostante una lunga lista di germi e sostanze irritanti inalate che possono causare la polmonite, la vaccinazione riduce il rischio di due principali batteri .

Influenza stagionale. Il virus dell’influenza può essere una causa diretta della polmonite virale. La polmonite batterica è anche una complicanza della comune di influenza.
Vaccino contro la polmonite. I medici raccomandano un vaccino contro i batteri Streptococcus pneumoniae (pneumococco) per tutte le persone di età superiore ai 65 anni, così come per le persone di qualsiasi età che risiedono in case di cura e strutture di assistenza a lungo termine. Inoltre, il vaccino è consigliato per chiunque è ad alto rischio della polmonite pneumococcica. Le categorie a rischio sono i fumatori, chiunque abbia una malattia del cuore, malattie polmonari o altre malattie croniche, e chiunque abbia ridotte difese immunitarie a causa di HIV o di terapie a lungo termine con farmaci immunosoppressori, come i corticosteroidi o farmaci che prevengono il rigetto del trapianto.
Vaccini per l’infanzia. I bambini dovrebbero ricevere il vaccino contro l’influenza stagionale ogni anno. I medici consigliano anche un vaccino contro la polmonite – vaccino pneumococcico coniugato, al contrario del vaccino pneumococcico polisaccaridico, che è per gli adulti – per tutti i bambini di età inferiore ai 2 anni e per i bambini dai 2 ai 5 anni, che sono particolarmente a rischio per la malattia pneumococcica, compresi quelli con deficienza del sistema immunitario, cancro, malattie cardiovascolari o l’anemia falciforme.