Vaccino antinfluenzale

Vaccino antinfluenzale

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

Le vaccinazioni contro l’influenza stagionale vengono assegnate ogni anno alle persone che sono a rischio di sviluppare gravi complicazioni derivanti dall’influenza. Prendendo il vaccino contro l’influenza, ridurrete notevolmente le probabilità di ottenere questa condizione.

L’influenza è una malattia causata da virus influenzali. Ci sono diversi ceppi di virus influenzale. Si trasmette da persona a persona attraverso gli starnuti o i colpi di tosse. La si può anche contrarre toccando una superficie sulla quale si è depositato il virus.

I sintomi dell’influenza includono febbre, dolori muscolari, tosse, mal di testa e stanchezza estrema. L’influenza di solito dura tra due e sette giorni. La maggior parte delle persone guarisce completamente. Le complicazioni come un’infezione al torace o polmonite, si possono, a volte, sviluppare.

Le complicanze sono più comuni nei bambini piccoli, negli anziani, nelle persone con una malattia di base (in particolare malattie cardiache o polmonari), nelle donne incinte e nelle persone che hanno un sistema immunitario debole. Le complicazioni sono a volte gravi e un numero di persone muore ogni anno.

Esistono tre tipi di virus influenzale: A, B e C. L’influenza tipi A e B causa la maggior parte dei casi di influenza. Ogni inverno un diverso ceppo di virus influenzale provoca un focolaio che colpisce molte persone. Questo caso si chiama influenza stagionale. La maggior parte dei casi di influenza si verificano di solito in un periodo di sei-otto settimane durante l’inverno.

L’influenza suina è causata da un particolare ceppo di virus che si chiama “Virus dell’influenza A (H1N1)”. Sembra colpire i bambini e i giovani adulti e le persone sopra i 60 anni di età. La maggior parte delle persone con questo tipo di influenza ha una malattia simil-influenzale lieve. Si hanno maggiori probabilità di avere la malattia e/o diarrea, con questo tipo di influenza.

Nota: l’influenza aviaria (influenza aviaria) è diverso ed è più grave.

L’immunizzazione contro l’influenza, offre un’eccellente protezione contro l’influenza stagionale e dura un anno.

La vaccinazione è normalmente somministrata in ottobre o novembre di ogni anno. Il vaccino è composto dal ceppo di virus influenzale che si prevede possa colpire il prossimo inverno. Ogni anno, questo è leggermente diverso, quindi un nuovo vaccino deve essere fatto. Avrete  bisogno di un vaccino annuale per rimanere protetti.

I vaccini anti influenzali, non impediscono altre infezioni virali che possono causare tosse, raffreddore e malattie simil-influenzali. Esso protegge solo contro il particolare virus influenzale che contiene al suo interno.

L’immunizzazione degli adulti in realtà non contiene alcun virus influenzale vivente. Ciò significa che non può causare l’influenza o altre infezioni. Se si sviluppa un colpo di tosse o raffreddore poco dopo aver avuto una vaccinazione, questa sarà solo una coincidenza.

Il tipo effettivo di virus influenzale, varia di anno in anno. Il vaccino viene sviluppato ogni anno per proteggere le persone contro il tipo di virus previsto. Ci vogliono fino a 14 giorni per una protezione completa dopo aver ricevuto il vaccino.

L’obiettivo è quello di proteggere le persone che hanno più probabilità di sviluppare complicazioni dovute dall’influenza. Ci si dovrebbe immunizzare contro il virus dell’influenza stagionale ogni anno, in autunno se:

  • Avete 65 anni o più.
  • Avete tutte le malattie polmonari croniche.
    Gli esempi includono la bronchite cronica , enfisema, fibrosi cistica e grave asma (che necessitano di inalatori o compresse di steroidi regolari). Si raccomanda il vaccino anche ad ogni bambino che è stato precedentemente ricoverato in ospedale con una infezione al torace.
  • Avete una malattia cardiaca cronica.
    Gli esempi includono angina , insufficienza cardiaca o se avete mai avuto un attacco di cuore.
  • Avete una malattia renale grave.
    Esempi includono la sindrome nefrosica , insufficienza renale, un trapianto di rene.
  • Avete una grave malattia del fegato, come la cirrosi.
  • Avete il diabete.
  • Avete un sistema immunitario indebolito.
    Gli esempi includono se si ricevono chemioterapia o trattamento con steroidi (per più di un mese), se avete l’HIV / AIDS o se avete avuto asportazione della milza.
  • Avete  alcune gravi malattie del sistema nervoso, come la sclerosi multipla o avete avuto un ictus in passato.
  • Vivete in una casa di cura.

Inoltre:

  • Dovreste essere vaccinati se siete assistenti di una persona anziana o disabile, il cui benessere potrebbe essere a rischio se vi ammalate con l’influenza.
  • Il personale coinvolto nella cura diretta del paziente.
  • Le donne in gravidanza.

Se siete in buona salute, avete meno di 65 anni e non cadere in nessuna delle categorie elencate sopra, allora non avete bisogno della vaccinazione contro l’influenza stagionale. Questo perché è improbabile che sviluppiate le complicazioni da influenza.

Dal settembre 2013, a tutti i bambini di oltre 2 anni di età, viene offerto una vaccinazione contro l’influenza nasale. Questo vaccino sarà esteso a tutti i bambini in età scolare, prescolare e primaria.

Le donne in gravidanza sono ad aumentato rischio di sviluppare una malattia più grave. Non ci sono problemi noti derivanti dalla vaccinazione influenzale stagionale, per le donne che sono incinta.

L’immunizzazione contro il virus dell’influenza stagionale di solito non causa problemi. Si può avere un dolore lieve temporaneo al sito dell’iniezione. A volte, può causare febbre e lievi dolori muscolari per un giorno o poco più.

Le reazioni gravi sono state segnalate, ma sono rare. Ad esempio, una grave reazione allergica, infiammazione dei nervi e infiammazione del cervello (encefalite), sono reazioni molto rare.

I bambini riceveranno un vaccino diverso rispetto agli adulti. Esso chiama Fluenz ®, ed è dato come spray nasale. Esso contiene una forma viva ma indebolita del virus influenzale. Non causerà influenza in un bambino sano. Tuttavia, se un bambino sano vive con qualcuno che non ha un sano sistema immunitario (ad esempio, chi ha l’HIV o chi ha avuto un trapianto di midollo osseo), dovrebbero avere un altro  tipo di vaccino. La forma debole del vaccino ha dimostrato di essere più efficace nel prevenire l’influenza nei bambini.

La stragrande maggioranza delle persone può ricevere l’immunizzazione contro l’influenza. Tuttavia, i seguenti gruppi di persone non dovrebbero essere immunizzati:

  • Coloro che hanno una grave allergia alle uova. Tuttavia, è ancora possibile ricevere la vaccinazione che protegge contro il ceppo dell’influenza suina (H1N1).
  • Coloro che hanno avuto una precedente reazione allergica ad una vaccinazione contro il virus influenzale.
  • I bambini che non hanno un buon sistema immunitario funzionante, ad esempio i bambini affetti da leucemia o HIV. I bambini che vivono con o a stretto contatto con qualcuno che ha un sistema immunitario mal funzionante.

L’immunizzazione contro l’influenza, può essere somministrato contemporaneamente ad altri vaccini, infatti è spesso somministrato contemporaneamente all’immunizzazione contro la polmonite. E ‘anche sicuro se siete in gravidanza o in allattamento.

Bibliografia

  • Flu plan Winter 2013/14; NHS England (Sept 2013)
  • The flu vaccination – Who should have it and why; NHS England (Winter 2013-14)
  • Immunisation against infectious disease – the Green Book; Dept of Health (latest edition)
  • Immunizations – seasonal influenza; NICE CKS, September 2012
  • The flu jab; NHS Choices