Zaffatura

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

La zaffatura è spesso il migliore mezzo per trattare d’urgenza le epistassi (sangue dal naso) abbondanti, le emorragie dopo estrazioni dentarie, le emorragie vaginali. Esistono zaffi impregnati di iodoformio, che sono anche antisettici. Si possono utilizzare delle zaffature anche per drenare il contenuto di alcune cavità, ma in questi casi gli zaffi non devono essere compressi, per non provocare un effetto contrario; gli zaffi devono, infatti, permettere e favorire (e non impedire) la fuoriuscita di pus (vedi) e di sierosità.

La zaffatura deve spesso essere eseguita come provvedimento di emergenza per arrestare le emorragie uterine che possono verificarsi dopo il parto, quando la contrazione della muscolatura uterina non è sufficiente a determinare la chiusura dei vasi arteriosi interrotti dal distacco della placenta. Per essere realmente efficace, la zaffatura della cavità uterina deve essere eseguita con molta cura, stipando bene la striscia di garza sterile all’interno dell’utero. Questo intervento è quasi sempre sufficiente ad arrestare l’emorragia; in caso contrario, è necessario eseguire un intervento chirurgico d’urgenza.