Infezioni del sistema nervoso centrale: sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

Il sistema nervoso centrale o SNC, comprende il cervello, il midollo spinale e le membrane associate. In alcune circostanze, i batteri possono entrare nelle aree del SNC. In questo caso, ascessi o empiemi possono verificarsi.

Descrizione delle infezione del sistema nervoso centrale

In generale, il SNC è ben difeso contro le infezioni. La colonna vertebrale e il cervello sono rivestiti da dure membrane protettive. La membrana più esterna, la dura madre e lo strato successivo, l’aracnoide, racchiudono interamente il cervello e il midollo spinale. Tuttavia, queste difese non sono assolute. In casi rari, i batteri accedono in alcune aree nel SNC. L’infezione batterica del sistema nervoso centrale può causare ascessi ed empiemi (accumuli di pus). Gli ascessi hanno confini ben fissati , ma gli empiemi non hanno una forma e dimensioni definibile.

Le infezioni sono classificate in base alla posizione in cui si verificano. Ad esempio, un ascesso spinale epidurale si trova al di sopra della dura madre e un empiema subdurale cranico si verifica tra la dura madre e l’aracnoide. Come il pus e altro materiale derivante da un’infezione si accumulano, la pressione viene esercitata sul cavo cerebrale o spinale. Tale pressione può danneggiare il tessuto del sistema nervoso, possibilmente in modo permanente. In assenza di trattamento, un infezioni del SNC è fatale.

Cause delle infezioni del sistema nervoso centrale

I batteri possono essere trasmessi al SNC da siti infetti distanti, tramite il flusso sanguigno. In rari casi, il trauma cranico o le procedure chirurgiche introducono batteri direttamente nel sistema nervoso centrale. La fonte delle infezione non può sempre essere identificata.

Prione

Agente infettivo detto non convenzionale (in quanto non si tratta di un microrganismo) responsabile di malattie che causano la degenerazione del sistema nervoso: encefalopatie spong iformi o demenze trasmissibili all’uomo (malattia di Creutzfeldt-Jakob, kuru) e agli animali.

Un prione è una forma aberrante di una proteina normale presente nelle placche amiloidi, sostanze patologiche che si infiltrano nei tessuti nervosi, caratteristiche delle encefalopatie spongi formi.
La presenza di prioni, individuata post mortem con una biopsia cerebrale, consente di distinguere queste affezioni dal morbo di Alzheimer, tipo di demenza caratterizzata da una degenerazione nervosa.

Tra le encefalopatie animali dovute a un prione vi sono lo sc rapie e l’encefalopatia spongiforme bovina (BSE, Bovine Spongiform Encephalopathy). Nell’uomo, il prione responsabile della nuova variante della malattia di Creutzfeldt-Jakob è verosimilmente l’agente della BSE, trasmesso per via alimentare.

Kuru

Malattia del sistema nervoso, della famiglia delle encefalopatie spongiformi subacute, causata da un prione. Si tratta di un’infezione del cervello, progressiva e mortale, che colpiva in passato alcune popolazioni antropofaghe della Nuova Guinea.

Il kuru è dovuto a un prione, agente infettivo detto non convenzionale (non è batterio né virus), che contagia il cervello. La trasmissione da un individuo all’altro avviene mangiando cervelli umani infetti. Può essere contratto anche dagli scimpanzé.

Dopo la contaminazione alimentare, la malattia non si manifesta in alcun modo per mesi o anni: l’incubazione può durare fino a 30 anni. L’esordio avviene con una sindrome cerebellare (le sione del cervelletto), anomalie della deambulazione, disturbi della coordinazione, tremori di tutto il corpo e, allo stadio terminale, demenza. L’evoluzione conduce alla morte nel giro di qualche mese.

Non si conosce alcun trattamento per questa malattia, che peraltro è pressoché scomparsa da quando è caduta in disuso la pratica rituale del consumo di cervelli umani.

Encefalopatia spongiforme

Malattia degenerativa del sistema nervoso centrale, trasmi ssibile da un individuo a un altro, dovuta al prione, un particolare agente infettivo.

Caratteristiche dell’encefalopatia spongiforme

Sotto la dizione di “encefalopatie spongiformi” si classificano diverse malattie imputabili a un prione, forma anomala di una proteina naturale la cui replicazione nell’organismo non dipende dall’espressione di un gene (via normale della sintesi proteica).

Le encefalopatie spongiformi colpiscono i bovini (encefalopatia spongiforme bovina, BSE, detta malattia della mucca pazza), le pecore (scrapie) e i visoni. Nell’uomo, comprendono in partic olare la malattia di Creutzfeldt-Jacob e il kuru. Alcuni casi di trasmissione della malattia di Creutzfeldt-Jacob sono stati causati dal trap ianto di tessuti infetti (cornea, dura madre) o dalla somministra zione di sostanze farmacologiche (ormone della crescita) prelevate da individui infetti.

Una forma particolare della patologia, detta nuova variante della malattia di Creutzfeldt-Jacob, ha fatto la sua comparsa in Inghilterra, nel 1994, in seguito a un’epidemia di BSE propagatasi negli allevamenti di bovini tramite l’alimentazione (farine animali contaminate). La trasmissione della nuova variante della ma lattia di Creutzfeldt-Jacob, che da allora si è estesa ai Paesi vicini (Irlanda, Francia), avviene probabilmente per via alimentare.

Sintomi e diagnosi dell’encefalopatia spongiforme

Le encefalopatie spongiformi sono caratterizzate da grave demenza, dall’evoluzione subacuta (che dura qualche mese).

La conferma della diagnosi è spesso possibile solo post mo rtem, e si basa sull’esame microscopico del cervello, le cui lesioni h anno un aspetto spugnoso (da cui il nome dell’affezione) e non presentano segni di infiammazione. Non esiste ancora un valido trattamento per queste malattie.

Sintomi delle infezioni del sistema nervoso centrale

I sintomi specifici di un’infezione del SNC possono includere mal di testa o mal di schiena, debolezza, perdita di sensibilità e febbre. Un individuo può segnalare torcicollo, nausea, vomito, stanchezza o disorientamento. Possono esserci anche convulsioni, paralisi o coma.

Diagnosi delle infezioni del sistema nervoso centrale

Esami

I sintomi fisici, come febbre e intenso mal di schiena o rigidità del collo possono far sollevare il sospetto di una infezione del SNC.

Test

Le analisi del sangue possono indicare la presenza di un’infezione ma non la sua posizione. Scansioni TC o RM del cervello e della colonna vertebrale possono fornire una definitiva diagnosi.

Procedure

Una puntura lombare e un’analisi del liquido cerebrospinale può aiutare a diagnosticare un ascesso epidurale. Tuttavia, la procedura può essere pericolosa in caso di un’empiema subdurale.

Terapia e cura delle infezioni del sistema nervoso centrale

Un duplice approccio è usato per il trattamento delle infezioni al SNC .
Il primo è la terapia antibiotica che sono efficaci contro i potenziali batteri infettivi.
Il secondo metodo comporta un intervento chirurgico per drenare il sito infetto.
Anche se alcune infezioni del sistema nervoso centrale sono state risolte solo con antibiotici, l’approccio più aggressivo è spesso preferito. La chirurgia consente un immediato sollievo dalla pressione sul midollo cerebrale o spinale, così come una possibilità di raccogliere materiale infetto per l’identificazione batterica.

Una volta che la specie batterica è identificata, la terapia farmacologica può essere modificata con un antibiotico più specifico. La chirurgia non può essere un’opzione in alcuni casi, come quando ci sono numerosi siti di infezione o quando l’infezione si trova in una zona impervia del cervello.

Prognosi delle infezioni del sistema nervoso centrale

Il tasso di mortalità associato alle infezioni del sistema nervoso centrale varia dal 10% ad un massimo del 40%. Alcuni sopravvissuti sperimentano danni permanenti del SNC, con conseguente paralisi parziale , problemi di linguaggio o convulsioni.
Una rapida diagnosi e il trattamento sono essenziali per una buona prognosi.
Con le cure mediche, un individuo può recuperare completamente.

Prevenzione delle infezioni del sistema nervoso centrale

Il trattamento delle malattie infettive preesistenti, come la sinusale o le infezioni dell’orecchio medio, può prevenire alcuni casi di infezione del SNC. Dal momento che alcune infezioni del sistema nervoso centrale sono di origine sconosciuta, non tutte sono prevenibili.

Risorse

LIBRI
Donaghy, Michael., ed. Brain’s Diseases of the Nervous System. New York: Oxford University Press, 2009.
Murdoch, Bruce E. Acquired Speech and Language Disorders. 2nd ed. Hoboken, NJ: Wiley, 2010.
ORGANIZZAZIONI
Center for Disability Information and Referral, Indiana
Institute on Disability and Community, http://www.iidc.indiana.edu/cedir.
Centers for Disease Control and Prevention (CDC), http://www.cdc.gov.
National Institute of Neurological Disorders and Stroke (NINDS), http://www.ninds.nih.gov.