Sindrome di adie: sintomi, cura, cause, terapia, diagnosi e prevenzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)
Loading...

Descrizione della sindrome di Adie

Sindrome neurologica caratterizzata da reazione pupillare patologica (pupillotonia o pupilla tonica di Adie), una forma di midriasi, in genere unilaterale, che si manifesta improvvisamente in giovani donne, e solo occasionalmente negli uomini. La pupilla colpita non reagisce più alla luce, oppure lo fa molto lentamente e non completamente, e il riflesso di convergenza-accomodazione risulta di solito lento.

Una leggera midriasi si manifesta in pazienti che permangono a lungo in condizioni di scarsa luminosità. Sembra che la lesione responsabile sia la degenerazione dei neuroni all’interno del ganglio ciliare. Ancora sconosciuta è invece l’eziologia.

Definizione per il paziente

Affezione neurologica caratterizzata da diminuzione o scomparsa dei riflessi osteotendinei (contrazione involontaria di un muscolo in seguito alla percussione del tendine relativo) e da disturbi della pupilla (pupilla tonica). La sindrome di Adie sembra la conseguenza di un disturbo del sistema nervoso parasimpatico periferico. Nella maggior parte dei casi non se ne conosce l’origine, ma è stata talvolta osservata nella sindrome di Sjögren.

Sintomi della sindrome di Adie

La pupilla tonica è caratterizzata da una midriasi unilaterale (dilatazione anomala e persistente) e da un’assenza di reazione ai raggi luminosi che dovrebbero provocarne la contrazione. Inoltre, nel riflesso di accomodazione-convergenza, la pupilla non si restringe come dovrebbe. La pupilla tonica non determina di norma alcun disturbo visivo, ma alcuni pazienti lamentano una sensazione di fastidio durante la lettura o la permanenza in un ambiente troppo illuminato. Durante l’evoluzione, la pupilla può dilatarsi in maniera definitiva, e può insorgere una bilateralizzazione (estensione del disturbo all’altra pupilla). La sindrome di Adie è benigna e non richiede alcun trattamento particolare.