Papille dermiche

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Aiutaci a migliorare SintomiCura votando questo articolo, grazie)

Loading...

La pelle che riveste ogni struttura del nostro corpo è composta da tre strati, separati anatomicamente e funzionalmente: l’epidermide, il derma ed il tessuto sottocutaneo. L’epidermide è a sua volta scomponibile in uno strato più esterno chiamato corneo e in uno strato più interno detto malpighiano, che fornisce le cellule di ricambio allo strato corneo.

La linea di separazione tra epidermide e derma non è rettilinea ma molto ondulata poiché dall’epidermide partono raggi epiteliali verso il derma e da quest’ultimo, a mo’ di ingranaggio, si staccano verso l’epidermide delle sporgenze bottonute: queste sono dette papille dermiche. Si tratta di strutture connettivali ricche di vasi sanguigni e di terminazioni nervose; ricordiamo che l’epidermide non è direttamente vascolarizzata e lo strato Malpighiano necessita di una grande quantità di ossigeno per garantire la sua funzione di ricambio cellulare: le papille dermiche con i loro capillari permettono che l’apporto sanguigno sia sufficiente allo scopo.

Infine le numerose terminazioni nervose, sia libere che rivestite da corpuscoli sensitivi, specializzati, consentono il realizzarsi della funzione tattile, della sensibilità termica e dolorifica.